Aldo Montano ricoverato d’urgenza per shock anafilattico

Pubblicato il autore: Susanna Terribile

aldo montano

Aldo Montano ricoverato d’urgenza si sfoga attraverso il suo profilo Facebook denunciando i disagi procurati dall”allergia alla caseina di cui soffre ormai da tempo.  Quella di ieri nella provincia di Forlì-Cesena è stata l’ennesima battaglia tra la vita e la morte per un soggetto fortemente intollerante alla proteina del latte: corsa contro il tempo per sedare lo shock anafilattico già in atto dello schermidore azzurro. Montano aveva prontamente avvertito il personale della struttura di ristorazione circa la sua particolarità alimentare, ma gli sono stati serviti ugualmente dei grissini al pecorino e salvia, innescando così la reazione allergica.

Il pubblico sfogo e il messaggio di sensibilizzazione alla patologia sono arrivati direttamente da profilo Facebook di Aldo Montano:

Forlì, Roma, Milano Marittima, Bologna… Sono stufo delle rincorse in ospedale in shock anafilattico per colpa della mia allergia alla caseina e della poca attenzione ad un problematica così grave da parte delle istituzioni e di molte attività di ristoro… ( vedi bimbo inglese di 7 anni morto poco fa in un ristorante della costiera Amalfitana, stessa mia allergia, stessa superficialità degli operatori del settore)…
Grazie a tutti gli operatori dell’ospedale di Forlì per l’intervento professionale e tempestivo….
A Fish per la corsa al presidio attenta e tranquilla, grazie fratello!

Ora il campione di sciabola è fuori pericolo, dopo le cure alle quali si è dovuto sottoporre al presidio sanitario di Forlì a pochi giorni dal suo trentasettesimo compleanno -Aldo è nato il 18 novembre del 1978. Come accennato, non si tratta del primo ricovero d’urgenza per l’azzurro: già nel 2010 aveva rischiato la propria vita inseguito all’ingestione di un piatto di zucchine che nascondevano del formaggio.

Aldo Montano possiede un notevole numero di medaglie iridate conquistate con il Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre della Polizia Penitenziaria. Tutti ricorderanno la vittoria e l’esultanza dell’atleta livornese al conseguimento dell’oro nel torneo di sciabola individuale alle Olimpiadi di Atene 2004 (la prima medaglia d’oro nella sciabola individuale dalle Olimpiadi di Anversa del 1920, la numero 103 per la scherma italiana). Nella stessa Olimpiade vinse anche l’argento nel torneo a squadre. Ai Giochi Olimpici di Pechino 2008 si fermò agli ottavi di finale, eliminato dallo spagnolo Jorge Pina Pérez. Nella medesima manifestazione sportiva ottenne la medaglia di bronzo nella sciabola a squadre. L’11 ottobre 2011 salì nuovamente sul gradino più alto del podio dei Campionati mondiali di Catania nelle competizioni individuali di sciabola. Alle Olimpiadi di Londra, il 3 agosto 2012, si aggiudicò il terzo posto gareggiando nella sciabola a squadre. L’ultimo oro di Aldo risale allo scorso luglio, durante la 62° edizione dei Campionati del Mondo di Scherma.
Le Olimpiadi sono di casa nella famiglia Montano, infatti Aldo appartiene ad una famiglia di grandi schermidori livornesi -il padre Mario, il nonno Aldo e gli zii Mario Tullio, Tommaso e Carlo hanno scalato il podio olimpico più di una volta, memori della formazione giovanile nell’illustre Circolo Scherma Fides di Livorno.
Oltre che per i successi nello sport professionistico, Aldo è stato ospite della cronaca rosa negli ultimi mesi per un presunto ritorno di fiamma, i rotocalchi di gossip hanno scritto a proposito di un riavvicinamento dello schermidore toscano con la presentatrice Antonella Mosetti.

  •   
  •  
  •  
  •