Arianna Errigo: “Punto ad arrivare a Tokyo col fioretto, ma voglio cimentarmi anche nella sciabola”

Pubblicato il autore: Francesco Sbordone Segui

Arianna Errigo
La delusione è ancora tanta per Arianna Errigo. Alle ultime Olimpiadi di Rio 2016 venne eliminata negli ottavi dalla canadese Harvey nel torneo di fioretto dopo l’argento di Londra 2012, dove vinse anche l’oro a squadre. In tanti ipotizzavano un anno sabbatico o la sua partecipazione a qualche reality per staccare un pò la spina ma la voglia di Arianna Errigo è ancora tanta: “Punto ad arrivare a Tokyo col fioretto, ma voglio cimentarmi anche nella sciabola. Ma non voglio regali, voglio gareggiare quando sarò sicura di poter competere. Se vado è perché me la posso giocare. Ho intrapreso questa strada nella speranza di raccogliere qualcosa ma nella consapevolezza che sia una cosa difficile da realizzare. Nessuno mi regalerà niente, non avrò convocazioni premio, dovrò dimostrare qualcosa”. Per la schermitrice azzurre non ci sono problemi nel cimentarsi con una nuova arma dato che nel 2011 e nel 2016 ha vinto il Tricolore a squadre con i Carabinieri.
Non bisognerà attentere tanto per rivedere Arianna Errigo in pedana, infatti già questo weekend sarà impegnata ad Erba per la rassegna mondiale di scherma. “Non arrivo al massimo, mi sto allenando solo da tre settimane, ma avrò il tifo della Comense che sarà comunque incoraggiante. Per me si tratta di una gara importante. Alcuni anni fa era una semplice qualificazione al campionato italiano mentre quest’anno sarà una gara fondamentale. Essendo la prima gara italiana, il c.t. Sirovich avrà modo di vedermi. Il c.t. della sciabola Sirovich mi ha detto che a patto che dimostri qualcosa mi darà la possibilità di fare le gare. Poi, per entrare in squadra, dovrò dimostrare di essere più brava delle altre”.

Storia di Arianna Errigo

Arianna nasce a Monza nel 6 Giugno del 1988 cresce in Brianza dove fin da giovanissima si avvicina al mondo della scherma. Nel 2004 ha vinto i campionati del mondo cadetti e nel 2006 nei campionati europei giovanili ha vinto l’oro nella competizione individuale e l’argento in quella a squadre. Tre anni dopo vince l’oro nella gara a squadre agli europei, poi un altro oro nella gara a squadre di fioretto e il bronzo nella gara di fioretto individuale ai mondiali di Antalia. Compagne di squadra dell’oro mondiale sono state Elisa Di Francisca, Margherita Granbassi e Valentina Vezzali. Ai Mondiali di Scherma di Parigi 2010 ha vinto una medaglia d’Argento nel fioretto individuale e una d’Oro nella gara di Fioretto a squadre. Ai Mondiali di Scherma di Catania 2011 ha vinto la medaglia d’Argento nella gara di Fioretto a squadre.
Alle Olimpiadi di Londra 2012, Arianna Errigo, vince l’argento nel torneo individuale di fioretto femminile perdendo per un solo punto contro la connazionale Elisa Di Francisca dopo aver battutto in semifinale l’altra connazionale Valentina Vezzali. Nel 2013 e nel 2014  vince il Mondiale nel fioretto individuale diventando bicampionessa del Mondo in carica.
Il 21 Giugno 2016 vince il suo primo titolo Europeo nella gara individuale di fioretto. Arriva alle Olimpiadi 2016 con il primo posto nel ranking mondiale, ma viene eliminata a sorpresa nell’assalto degli ottavi di finale.

A Tokyo 2020 avremo una doppia Arianna Errigo, sciabola e fioretto, sperando che si raddoppino anche le speranze di medaglia.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: