Bebe Vio alla cena di Stato: il selfie con Obama c’è

Pubblicato il autore: Giulia Banfi Segui

bebe vio
Bebe Vio felice e contenta sui social network per la cena di stato con Barack Obama e Matteo Renzi e il tanto desiderato selfie con il Presidente.

Si è svolta l’ultima cena di stato prima del termine del mandato del Presidente Obama e l’Italia da grande protagonista ha avuto l’onore di essere l’invitata speciale dell’evento. Il Presidente del Consiglio Renzi per l’occasione ha scelto di far rappresentare l’eccellenza italiana proprio alla campionessa paralimpica Bebe Vio, insieme ai premi oscar Roberto Benigni, accompagnato dalla moglie Nicoletta Braschi, e il registra Paolo Sorrentino. Presenti anche lo stilista Giorgio Armani, la responsabile del Moma Paola Antonelli, la direttrice generale del Cern Fabiola GianottiGiusi Nicolini Sindaco di Lampedusa.

Tutta la rappresentanza italiana è stata accolta con calore e riconoscenza da Obama e la first lady Michelle. Bebe Vio emozionata dalla cerimonia di apertura dell’evento, aveva pubblicato sul profilo Instagram uno suo selfie davanti la Casa Bianca, confessando di non essere riuscita a chiederne uno al Presidente Obama perché “Per la prima volta non sapevo cosa dire e non ho avuto neanche il coraggio di chiederlo… Io che rimango senza parole, mai successo!” scrive Bebe.
Ma per fortuna quella era solo la cerimonia inaugurale. A cena il Presidente uscito per un attimo fuori dal rigido protocollo ha scattato con la campionessa paralimpica il selfie tanto desiderato, pubblicato dalla giovane su Twitter

La schermitrice veneziana però oltre al suo autoscatto a Washington, prima della cena aveva pubblicato la foto del vestito scelto apposta per l’occasione regalato da Dior, e un suo selfie in partenza con la valigia pronta con tutto l’occorrente. Matteo Renzi orgoglioso su Twitter aveva ripreso il post dell’atlteta, ma ovviamente le polemiche sono arrivate quasi immediate.

I leoni da tastiera infatti hanno trovato subito lo spunto per iniziare la polemica contro la cena di stato, i soldi spesi per portare tutta la rappresentanza, la moglie di Renzi assente dal lavoro per volare a Washington e per ultimo, come un ritornello, la polemica su Barack Obama definito “guerrafondaio”. Commenti che arrivano dal web, dagli italiani che non hanno voluto nemmeno risparmiare la figura di Bebe Vio.
La campionessa paralimpica infatti ha ricevuto oltre ai banali commenti contro il vestito scelto di Dior, anche “consigli” sulle cattive compagnie da non frequentare, perché il pericolo è che andando a cena con Renzi si diventa come Matteo.

Al di là dunque delle polemiche ormai inevitabili, un ottimo segnale è arrivato da questa occasione: l’Italia e in particolare lo sport italiano proprio grazie ad atleti come Bebe Vio è oggi rispettato a livello internazionale, aspetto spesso non considerato.
E meno male che sotto il selfie di Bebe con il Presidente Obama ci sono soprattutto commenti positivi che si possono racchiudere in “Orgoglio italiano”, perché questi danno dimostrazione che il duro lavoro per arrivare a vincere una medaglia olimpica ripaga sempre.

  •   
  •  
  •  
  •