Scherma: la vittoria di Alessio Foconi non si può scordare!

Pubblicato il autore: fabia Segui

foconi
La prima vittoria di Alessio Foconi non si può scordare sopratutto davanti ad un pubblico di tifosi venuti per vedere esclusivamente lui!Arriva la gloria e il successo per  Alessio Foconi tutto in una volta, in una giornata a Torino, vincendo il Trofeo Inalpi 2016.Si tratta di un traguardo  molto importante che ha spazzato via i pronostici svolti a inizio stagione che lo vedevano al secondo posto ad inizio stagione nella tappa di Coppa del Mondo a Il Cairo.

Sicuramente si tratta di un percorso straordinario quello di Foconi, culminato con la vittoria in finale per 15-7 contro l’argento olimpico, l’americano Alexander Massialas. Ricordiamo sempre che in semifinale l’azzurro, aveva sconfitto per 15-9 il francese Enzo Lefort, salito sul gradino più basso del podio insieme al coreano Kim Hyogon.

Alessio Foconi, il vincitore afferma:“Sono al settimo cielo. Volevo vincere ed essere riuscito a farlo proprio sulle pedane di Torino è una soddisfazione ancora maggiore. E’ un momento particolare in cui bisogna lavorare a testa bassa e tirare fuori tutto ciò che si ha in corpo. Il secondo posto de Il Cairo mi ha motivato ed adesso eccomi qui a festeggiare al meglio il prossimo Natale. Devo dire grazie al CT Andrea Cipressa, al mio maestro Fabrizio Romagnoli ed al maestro Giulio Tomassini a cui devo tanto, oltre che all’Aeronautica Militare ed al Circolo Scherma Terni”.

Ad un passo dalla vittoria definitiva si è trovato anche l’atleta  Valerio Asrpomonte eliminato dal francese Lefort con il punteggio di 15-7. Le previsioni legate agli ottavi di finale cosi come poi è successo nei fatti, hanno visto l’eliminazione di  Lorenzo Nista, Giorgio Avola e Daniele Garozzo. Nel tabellone dei 32 sono usciti di scena Andrea Baldini, Tommaso Lari e Luca Simoncelli; mentre all’esordio subito fuori Francesco Ingargiola, Damiano Rosatelli, Alessandro Paroli, Davide Filippi, Guillaume Bianchi e Marco Autuori

 

Pillole su Alessio Foconi

 

  • Nasce a Roma, città in cui inizia a tirare di scherma presso il Circolo della scherma di Terni, allenandosi dapprima sotto la guida del Maestro Giulio Tomassini e, in seguito, Filippo Romagnoli
  • Nelle varie partecipazioni a competizioni giovanili, vince l’argento individuale al Campionati italiani giovani del 2008 e l’oro individuale nell’edizione 2009. Vince due volte l’oro individuale nei campionati nazionali under 23 (nel 2009 e nel 2012) e una volta l’argento individuale (nel 2011).
  • Nel 2008 ottiene un risultato a sorpresa nella Coppa del mondo di scherma d Espinho battendo Renal Ganeyev, Ruslan Nasibulin, e Choi Byung-chul. Vince successivamente la medaglia di bronzo finale, battuto dal compagno di squadra, e campione olimpico, Simone Vanni
  • Prende parte della delegazione nazionale alla XXVI Universiade tenutasi nel 2011 a Shenzen, in Cina: in quell’occasione, vince l’argento nella prova del fioretto a squadre nel torneo di scherma svoltosi dal 13 al 18 agosto.
  • Nell’edizione successiva, svoltasi nel 2013 a Kazan’, in Russia, vince di nuovo l’argento nella prova del fioretto a squadre del torneo di scherma tenutosi dal 6 al 12 luglio.
  • Nei Campionati italiani assoluti vince il bronzo individuale e l’oro a squadre nel 2010, l’oro a squadre nel 2011 (con l’11º posto nell’individuale), il bronzo individuale e l’oro a squadre nel 2012, l’oro individuale e il bronzo a squadre nel 2013.
  • Nel 2015 prende parte alla prima edizione dei Giochi europei, a Baku, nella quale si aggiudica la medaglia d’oro nel concorso di fioretto individuale maschile vincendo contro il russo Timur Arslanov con il punteggio di 15-11, dopo aver battuto in semifinale il compagno di squadra Francesco Ingargiola per 15 a 14. Nella stessa manifestazione schermistica, ha vinto la medaglia d’argento nel concorso di fioretto a squadre
  •   
  •  
  •  
  •