Sci, la Shiffrin strapazza tutte pure nel secondo slalom di Aspen. Male le azzurre

Pubblicato il autore: Valerio Mingarelli

shiffrin slalom aspenMikaela Shiffrin  (foto) scia alla Ingmar Stenmark: anche oggi nel secondo slalom di questo week end americano di coppa del mondo di sci alpino rifila la bellezza di 2”65 alla eterna seconda Frida Hasdotter (Svezia) e 2”90 alla atleta della Repubblica Ceca Sarka Strachova. Una superiorità imbarazzante quella dell’americana ad Aspen, alla sua 17esima affermazione nel circo rosa (la 16esima in slalom): con questi 200 punti in 24 ore la ventenne di Vail fa un bel guizzo in avanti in classifica generale e si candida come seria pretendente anche in sede di classifica generale. Per poter ambire alla sfera di cristallo, deve iniziare a macinare punti anche in gigante: se arriverà stabilmente sul podio anche tra le porte larghe, acciuffarla in graduatoria sarà un’impresa per le altre. Lo slalom speciale femminile si conferma invece il tallone d’achille dell’Italia dello sci: gara nefasta per le azzurre con la sola Manuela Mollgg a punti (23esima) ma con un distacco di oltre 5 secondi e mezzo dalla strabiliante statunitense. Inforcata netta per Irene Curtoni nella seconda discesa dopo una prima manche tutto sommato accettabile (decima posizione), mentre Chiara Costazza finisce fuori dopo essersi confusa per un palo staccatosi dal manto nevoso. Anche la novità del palo unico tra le porte strette è da rivedere: se ne staccano tanti e inducono le atlete all’errore togliendo loro dei punti di riferimento. Tanta amarezza dunque in casa azzurra: in slalom non si vede l’uscita dal tunnel, e ci sarà molto da lavorare per risalire la china.

  •   
  •  
  •  
  •