Sci alpino, Svindal si ‘mangia’ il super-G della Val Gardena

Pubblicato il autore: Valerio Mingarelli

sci super-G Val Garden svindalLa coppa del mondo di sci maschile parla norvegese nella prima gara italiana dell’anno. Nel super-G della Val Gardena, l’italiano Franz Gamper, allenatore dei velocisti norvegesi è chiamato a tracciare. E, neanche a dirlo, compie un capolavoro per favorire i suoi atleti: supergigantone veloce con tratti di scorrimento puro che sono un invito a nozze per quel fuoriclasse che risponde al nome di Aksel Lund Svindal. L’asso scandinavo coglie il suo 29° successo nel circo bianco, il 4° in questo autunno, lasciandosi alle spalle il compagno di squadra Kjetil Jansrud per 34 centesimi e il 23enne Aleksander Aamodt Kilde per 44, quest’ultimo nuovo grande talento della velocità del team norvegese. Una gara molta diversa dall’ultimo super-G: nel budello gardenese disegnato a meraviglia dagli organizzatori nonostante la forte carenza di neve, Svindal compie qualche sbavatura in avvio per  poi scaricare dalle “Gobbe del cammello” in poi tutti i suoi cavalli sulla neve. Per gli azzurri prestazione in chiaroscuro: benino Dominik Paris, che nonostante un inciampo nella parte alta della Saslong chiude ottavo. Fuori dai primi 15 invece Innerhofer, Marsaglia, Fill e Casse, i quali dimostrano ancora una volta il loro scarso gradimento per la storica pista altoatesina. Con questi 100 punti Svindal accorcia le distanze in graduatoria su Marcel Hirscher: ora l’austriaco è in vetta con 440 punti, soltanto 23 in più dei norvegesi. domani si replica in Gardena con la classica discesa libera.

  •   
  •  
  •  
  •