Sci, Hirscher non sbaglia mai: suo lo slalom gigante in Val d’Isère

Pubblicato il autore: Valerio Mingarelli

sci gigante hirscherGli altri sbagliano, lui no. Marcel Hirscher stradomina anche lo slalom gigante di Val d’Isère prendendo letteralmente a sberle tutti nella prima manche e amministrando nella seconda: con questo successo l’asso del salisburghese supera Alberto Tomba come numero complessivo di successi in gigante (16 contro 15) e si pone all’inseguimento di Michael Von Groeningen che ne conta 23. Che dire: fa quasi più notizia la seconda uscita consecutiva di Ted Ligety che il successo dell’austriaco: sulla stella statunitense le congetture si sprecano.

C’è chi dice che soffre le levatacce all’alba (gli atleti si sono svegliati prestissimo per presentarsi alle 9.30 al cancelletto), chi invece se la prende col mal di schiena. Di certo Ligety non è lui. Si ritrova, invece, il teutonico Felix Neureuther secondo a 1”29, appena davanti all’idolo di casa Victor Muffat-Jandet (a 1”58, secondo podio consecutivo). Tant’è. In casa azzurri bene ma manca l’acuto: il migliore è giovanni Borsotti, 6°, mentre si ritrova anche Roberto Nani, 8°. Vanno a punti anche Manfred Moellgg (15°), Florian Eisath (17°), Simon Maurberger (21°, partito col pettorale 55) e Riccardo Tonetti. In gigante l’Italia ha tantissimi buoni atleti, però manca il guizzo per agguantare il podio. Hirscher invece schizza a 360 punti in classifica generale, e domani in slalom ha una ghiotta possibilità di abbozzare una fuga.

  •   
  •  
  •  
  •