Snowboard: poker per gli azzurri a Cortina. Sul podio anche Nadya Ochner

Pubblicato il autore: Ramona Buonocore

Snowboarding1Bene gli italiani dello snowboard.  Dopo l’avvio traballante dello scorso fine settimana, la Coppa del Mondo 2015-2016 di snowboard si ferma per la sosta natalizia dopo le prime tre tappe, due delle quali disputate in Italia, a Carezza e Cortina d’Ampezzo. Ottimi piazzamenti durante le qualificazioni per gli azzurri: Mirko Felicetti primo, Roland Fischnaller secondo, Maurizio Bormolini terzo, Christoph Mick quarto e Aaron March sesto.
A sorpresa i risultati della finale in notturna: gli italiani, ad eccezione di Aaron March che perde contro il compagno di squadra Bormolini, hanno eliminato con il minimo sforzo ogni rivale. Il tricolore italiano sventola già dalle semifinali: si tratta di un risultato mai raggiunto dalla nostra Nazione nei vent’anni di storia della Coppa del Mondo di snowboard.
A salire sul gradino più alto del podio, per la prima volta nella sua carriera, il trentino Christoph Mick che surclassa il campione del mondo Roland Fischnaller. Terzo piazzamento per Mirko Felicetti e quarto per un altro italiano, già detentore della Coppa Europa, Maurizio Bormolini. «È la vittoria che ho sempre sognato e non era mai arrivata- commenta Mick- Oggi non pensavo di andare troppo forte perché sono influenzato, invece run dopo run sono migliorato e non ho più pensato a nulla. Sono orgoglioso di ciò che ho compiuto, è stata una strana emozione strana affrontare i miei compagni di squadra, mi sembrava di disputare i campionati italiani… È un trionfo di tutta la nostra squadra. Spero di rendermi conto al più presto di quello che è successo oggi».
E nella stessa storica giornata per lo snowboard italiano, arriva anche il secondo posto di Nadya Ochner per quanto riguarda la gara femminile. Qualificatosi come quindicesima, l’atleta di Merano ha mostrato tutta la sua bravura e il suo carattere, portando a termine una delle sue migliori gare in carriera e salendo così, di diritto, sul podio della Coppa del Mondo individuale, facendo il bis dello scorso anno. La Ochner ha avuto la meglio negli ottavi sulla svizzera Julie Zogg, già detentrice della Coppa del Mondo; nei quarti ha battuto con un notevole distacco la russa Ekaterina Tudeghesheva. Grande imprese della nostra atleta azzurra nella semifinale dove Nadya ha battuto la ceca Ester Ledeck , vincitrice della tappa d’esordio il passato fine settimana in Alto Adige, per soli sette centesimi di secondo. La corsa verso la vetta del podio di Nadya si è interrotta solo nel finale, contro la svizzere Patrizia Kummer, campionessa olimpica di PGS. La sconfitta della nostra azzurra è avvenuta con oltre tre secondi di margine a favore della svizzera. Si tratta comunque di una sconfitte che non macchia Nadya Ochner di una bellissima medaglia d’argento, il primo della sua carriera e la fa considerare come una certezza dello snowboard alpino italiano. Al gradino più basso del podio la tedesca Cheyenne Loch.
In attesa delle gare freestyle ecco qui il calendario dei prossimi appuntamenti della Coppa del Mondo di snowboard:

ALPINO:
8-9 gennaio Bad Gastein (Austria) PSL con team event
23 gennaio Rogla (Slovenia) PGS
30 gennaio Mosca (Russia) PSL

SNOWBOARDCROSS:
22-24 gennaio Feldberg (Germania)
20-21 febbraio Sunny Valley (Russia)
25-27 febbraio PyeongChang (Corea del Sud)

 

FREESTYLE:
21-24 gennaio Mammoth (Usa) slopestyle e halfpipe
4-6 febbraio Park City (Usa) halfpipe
11 febbraio Boston (Usa) big air

 

 

 

 

 

  •   
  •  
  •  
  •