Sci alpino, Lindsey Vonn 13a dopo la caduta

Pubblicato il autore: Andrea Sicuro Segui
lindsey vonn superg
SCI ALPINO, L’IMPRESA DI LINDSEY VONN IN SUPERG Lindsey Vonn alla fine ha deciso di gareggiare nonostante l’infortunio che l’ha costretta a portare due tutori, uno per ginocchio. Dopo la caduta di ieri nel Super G che le ha provocato una microfrattura al ginocchio la statunitense ha messo subito gli sci ai piedi e ha preso parte alla combinata di Soldeu, piazzandosi 13a dopo aver dominato la prima manche in SuperG. Una prova che consente all’americana di guadagnare 20 punti in classifica generale su Lara Gut, uscita. Vittoria alla francese Gagnon, quarta a 18 centesimi dal podio Federica Brignone dopo la vittoria di ieri. Secondo successo in carriera invece per Marie-Michele Gagnon che vince la Supercombinata di Soldeu, ad Andorra. La canadese ferma il cronometro sul tempo di 1’43″66 e precede di 2 decimi la svedese Wendy Holdener che realizza il miglior tempo della seconda manche in slalom. Completa il podio la francese Barthet, terza. Tra le altre italiane in gara, Johanna Schnarf chiude decima dopo il sesto in condominio con la Brignone nel Super G, Sofia Goggia chiude al 21° posto, Francesca Marsaglia ed Elena Curtoni sono uscite di scena nello slalom dopo aver chiuso rispettivamente al nono e al 17° posto. La coppa del Mondo lascia ora i Pirenei per andare sui monti Tatra, nel cuore d’Europa, in Slovacchia, a Jasna: sabato prossimo gigante e domenica slalom speciale.

SCI ALPINO, L’IMPRESA DI LINDSEY VONN IN SUPERG L’eroina di giornata è dunque Lindsey Vonn. L’americana decide di gareggiare con l’aiuto di un tutore e dopo essersi fatta drenare il ginocchio in mattinata scende in pista chiudendo addirittura la manche di SuperG al comando. Nello slalom si limita ad arrivare in fondo senza prendersi troppi rischi vista la caduta della sua rivale per il titolo Lara Gut e alla fine termina la prova in 13esima posizione. Nella classifica di Coppa del MondoLindsey Vonn guadagna 20 punti su Lara Gut e ora comanda con 1235 punti contro i 1207 dell’evetica. Nella speciale graduatoria della supercombinata (due gare in stagione) sono appiate in testa a 100 punti Gagnon, Vonn e Gut. A Soldeu, in Andorra, la campionessa americana, porta a casa punti forse decisivi nella combinata chiudendo, dopo un SuperG dominato, al 13° posto dopo la prova di slalom che vale 20 punti importantissimi su Lara Gut e +28 in classifica generale di Coppa. Infatti la giornata è stata segnata dal clamoroso errore nello slalom per la Gut, quinta in Super G e a metà percorso di slalom in linea coi migliori tempi: un’inforcata che potrebbe costare carissimo alla svizzera nella lotta per la classifica di testa. Nonostante una neve non abbastanza dura per fare velocità e con un intermedio che la vedeva in ritardo di 36 centesimi dall’americana Laurenne Ross a metà percorso, la Vonn è volata nella parte finale, chiudendo con 26 centesimi sulla connazionale, poi agganciata con lo stesso tempo dalla svedese Kajsa Kling.
Al momento dietro le due statunitensi e la Kling c’è la slovena Ilka Stuhec a 41/100, con Lara Gut quinta. Una Vonn battagliera più che mai. Il tempo di dare uno sguardo alla classifica e mentre attendeva il via dello slalom, ha twittato: “Nessuno può darmi dell’imbranata”. E l’hashtag #allheart, cioè tutto cuore. E il pathos è salito alle stelle dopo il crac dell’americana ieri nel superG di Soldeu: ha riportato una microfrattura da stress al ginocchio sinistro e lunedì si sottoporrà a risonanza magnetica. Dunque Lindsey non si vuole arrendere. In mattinata la stella americana aveva postato un video in cui si vede l’operazione di drenaggio al ginocchio infortunato con un bel messaggio: “Ho drenato un po’ di volte il mio ginocchio e le cose vanno meglio. Ora salgo sulla cima della montagna e vediamo cosa fare…”. La Vonn era carica già dopo aver fatto la ricognizione della pista, postando una foto con due tutori per le ginocchia, due ginocchiere indispensabili per le articolazioni martoriate, commentando così: “Bene, ora sono imbracata con due tutori: due ginocchia, due tutori 🙁 Sono bionica!”.

  •   
  •  
  •  
  •