Sci, super-G di Hinterstoder a Kilde. Hirscher (terzo) ipoteca la coppa

Pubblicato il autore: Valerio Mingarelli Segui

sci hinterstoder hirscher
Che fosse nata una stella lo avevamo già detto in occasione della discesa libera di Garmisch. Sul terrificante muro di Hinterstoder, però, il giovane norvegese Aleksander Kilde (che fa Aamodt di secondo nome in onore al fuoriclasse che dai primi anni ’90 fino a torino 2006 imperversò nel circo bianco) compie il suo capolavoro stagionale. Primo successo in super-G, con 24 centesimi di vantaggio sul sorprendente sloveno Bostjan Kline e 35 su un ancor più sorprendente Marcel Hirscher. Il fuoriclasse austriaco mette in cascina altri 60 punti in una specialità non sua, e di fatto ipoteca la quinta coppa del mondo consecutiva che tra meno di un mese lo consegnerà al gotha dei libri di storia dello sci. Nei supergigantoni tecnici, di certo, Hirscher è competitivo anche nella velocità: le doti di questo campioni sono pressoché illimitate. Giornata nera per gli azzurri: il migliore è Christoph Innerhofer che chiude però a 1″44 (12°), seguito subito dopo da Mattia Casse. Attardato Dominik Paris, finisce invece fuori Peter Fill vittima di un’internata senza conseguenza. Con questo successo Kilde (foto) sale a 295 nella classifica della coppa del mondo di super-G: con due gare ancora da disputare, il giovane scandinavo diventa il grande favorito per la coppetta di specialità. Domani si replica con un altro slalom gigante: Hirscher può chiudere definitivamente il conto in coppa, mentre il francese Pinturault (nella top ten anche oggi) andrà a caccia del suo terzo successo in fila tra le porte larghe.

  •   
  •  
  •  
  •