Sud Corea, Innerhofer torna sul podio, Garmish, quinto successo per la Gut

Pubblicato il autore: Matteo Monaco Segui

Ski World Cup 2010-2011-- Christof  Innerhofer (ita) .Bormio 29 dicembre 2010. (Pentaphoto/Alessandro  Trovati)

Cristof Innerhofer torna al successo in coppa del mondo dopo ottenendo il suo tredicesimo successo in carriera sfruttando al meglio la pista ripulita dagli addetti dopo la nevicata della notte precedente. In campo femminile a Garmsih, Lara Gut ottiene la quinta vittoria in stagione, distanziando Viktoria Rebensburg e Lindsey Vonn, avvicinandosi nuovamente alla testa della classifica generale.

Gara maschile Sud Corea. Innerhofer, dopo il secondo posto di ieri di Dominik Paris, torna sul podio della coppa del mondo dopo due quarti posti, tra cui quello spettacolare di Santa Caterina Valfurva, dove ha concluso la gara nonostante a metà discesa fosse rimasto attaccato a un palo. Carlo Janka, il vincitore di giornata parte con il numero sette che dopo il primo intermedio fa subito capire di essere in giornata. La discesa è pulitissima e dopo il terzo intermedio si capisce subito che la sua discesa sarà quella da battere. Il finale è emozionante con un salto che rischia di comprometterne la gara. Subito dopo lo svizzero è il turno di Matteo Marsaglia, che parte bene e dopo il secondo intermedio è dietro di 50 centesimi Janka ma sul salto di mezza gara perde lo sci e cade compromettendo un’ottima prima parte. Con il numero 11 parte Mattia Casse, settimo nell’ultimo Super G, parte fortissimo nella prima parte con 2 decimi di vantaggio su Janka, poi va in calando, classificandosi alla fine in un’ottima tredicesima posizione. Il terzo italiano a scendere in pista è Peter Fill, ce dimostra ormai una grandissima continuità nei primi dieci del circuito. Nonostante un’ottima prima parte deve arrendersi alla parte centrale super fatta da Janka, perdendo in un minuto un secondo e mezzo. Nel finale recupera qualcosa classificandosi al quinto posto. Subito dopo Fill è il turno di Innerhofer che parte male, ancora peggio dello svizzero che non era stato stratosferico nella parte iniziale per poi perdere 8 decimi nella parte centrale. Nel finale, anche lui, recupera qualcosa su Janka, chiudendo in seconda posizione, risultato che manterrà fino al termine della gara. A completare il podio l’austriaco Vincent Kriechmayr, terzo a 1 secondo e 6 centesimi. Soddisfatto sul traguardo in Sud Corea Innerhofer: “tornare sul podio è una bella emozione, ha dichiarato l’atleta azzurro, dopo che ho visto il tempo sono rimasto soddisfatto e mi è scappato un sorriso. Ho fatto un po’ di podi in carriera ma oggi è una giornata un po’ diversa dal solito, mi sento emozionato”.

Gara femminile Garmish. Lara Gut ha vinto di misura il Super G femminile di Garmish, riuscendo a imporsi con il tempo di 1’21”51 e battendo di soli 15 centesimi la tedesca Victoria Rebensburg. Sul terzo gradino del podio la statunitense Lindsey Vonn, che vede avvicinarsi in classifica la giovane atleta svizzera. Non benissimo le italiane: ottavo posto per Nadia Franchini, mentre Federica Brignone si classifica al nono posto.

CLASSIFICA MASCHILE

 

1 HIRSCHER M. 1005

2 SVINDAL A. 916

3 KRISTOFFERSEN H. 871

4 JANSRUD K. 735

5 FILL P. 549

6 THEAUX A. 495

7 JANKA C. 464

8 PARIS D. 450

9 MUFFAT JEANDET V. 440

10 NEUREUTHER F. 431

 

CLASSIFICA FEMMINILE

1 VONN L. 1060

2 GUT L. 973

3 REBENSBURG V. 820

4 HANSDOTTER F. 661

5 WEIRATHER T. 619

6 LOESETH N. 541

7 HUETTER C. 533

8 BREM E. 492

9 VELEZ ZUZULOVA V. 420

10 BRIGNONE F. 409

  •   
  •  
  •  
  •