Sci, gigante di Kranjska Gora: Pinturault cala il poker. Male gli azzurri

Pubblicato il autore: Valerio Mingarelli Segui

sci gigante pinturault
C’è tanta Francia nel circo bianco in questo scorcio finale di inverno. Alexis Pinturault doma anche la “Podgoren” di Kranjska Gora (storica pista che ci ricorda tanti successi di Alberto Tomba) e va a prendersi il suo quarto slalom gigante consecutivo in questa coppa del mondo 2016. Che è sempre più nelle mani però del “re” Marcel Hirscher: l’austriaco, ormai abbonato alle grandi rimonte nelle seconde manche, riesce a risalire dal 7° al 3° posto a 7 decimi dal transalpino. Soprattutto, davanti al suo rivale, il giovane norvegese Kristoffersen, quarto a 1″12. Tra Pinturault e Hirscher torna ad assaporare il podio l’austriaco Philip Shoerghofer, secondo a 47 centesimi e ormai definitivamente ritrovato. Insomma, ancora un immenso Pinturault: il 24enne di Moutiers pare inarrestabile tra le porte larghe, e aumentano i rimpianti per una prima parte di stagione in sordina. Fosse partito meglio, a quest’ora sarebbe lì a giocarsi la coppa con Hirscher. Intanto, domani ha un’altra ghiotta opportunità per entrare nella storia firmando il pokerissimo. Se in Slovenia c’è il sole, in casa Italia c’è nebbia: gli azzurri non vanno oltre un modesto 13° posto di Florian Eisath. Troppo poco. Benino Riccardo Tonetti, 16°, mentre non va oltre la 18esima piazza Manfred Moellgg. Domani si spera in qualocosa di più: l’appuntamento è alle 9.30 per la prima manche.

  •   
  •  
  •  
  •