Sci, Lindsey Vonn getta la spugna: “La mia stagione finisce qui”

Pubblicato il autore: Valerio Mingarelli Segui

sci vonn
La chiude qui, Lindsey Vonn. La fenomenale atleta americana, regina all-time per successi in coppa del mondo (76), ha preso la sua dolorosa decisione: la sua stagione termina qui. Lo ha annunciato sia su Facebook sia su Instagram: proseguire con una frattura al piatto tibiale della gamba sinistra non è proponibile. Così, il finale di stagione arrembante del circo rosa non sarà più tale: l’elvetica Lara Gut si trova ora un’autentica prateria verso la conquista della sua prima sfera di cristallo generale. “Una delle decisioni più difficili della mia carriera” – dice la 31enne di Saint Paul sui social network. “Oggi ho preso la difficile decisione di chiudere la mia stagione e lasciare il circuito di coppa del mondo a causa di un infortunio subito sabato scorso. Quando sono caduta sabato a Soldeu, mi sono fratturata il piatto tibiale. Gli esami a cui mi sono sottoposta hanno evidenziato una microfrattura, ma il piatto tibiale sembrava essere stabile. Così domenica ho gareggiato. Poi sono andata a Barcellona, dove apparecchiature più precise, risonanza magnetica e tomografia computerizzata, erano disponibili e le scansioni sono state eseguite martedì. Quelle immagini hanno dimostrato che le fratture in realtà sono tre.  Ulteriori danni potrebbero comportare un intervento chirurgico grave che metterebbe a rischio il mio futuro di atleta. Con i Mondiali di St. Moritz il prossimo anno e le Olimpiadi invernali in Corea del Sud nel 2018, non posso correre questo rischio”.

Parole piene di tristezza. che lasciano un po’ di magone per un rush finale che si preannunciava davvero accattivante. Il circo rosa si sta trasferendo in queste ore a Jasna, in Slovacchia, dove sabato e domenica sono in programma uno slalom gigante e uno slalom speciale. Perl Gut la possibilità di prendere la vetta della graduatoria già sabato, per poi non mollarla più. Un’annata nefasta, in chiave infortuni, quella dello sci alpino mondiale.

  •   
  •  
  •  
  •