Sci, sopralluoghi ok: a dicembre la coppa del mondo torna al Sestriere

Pubblicato il autore: Valerio Mingarelli Segui

sci sestriere
Per chi segue la coppa del mondo dagli inizi, il Sestriere è uno dei teatri magici per quanto concerne lo sci alpino. Come non ricordare le discese al fulmicotone di Alberto Tomba sulla pista ora dedicata a Giovannino Agnelli: uno dei templi dello slalom speciale. Il boom arrivò nel 1997, quando la località piemontese ospitò i mondiali e si arrivò all’apice nel 2006, con i giochi di Torino che videro il comprensorio della “via Lattea” come assoluto protagonista. Da lì un lento declino, tanto che il Sestriere manca dalla coppa femminile dal 2008 e da quella maschile dal 2009: per le prove tecniche, si è preferito sempre andare a gareggiare altrove. Il grande ritorno è fissato per il prossimo dicembre: il 10 e l’11 infatti sono in programma un gigante e uno slalom femminili nella località savoiarda. Ieri la FIS, guidata dal responsabile del settore donne Atle Skårdal, ha effettuato un lungo sopralluogo al quale erano presenti Gualtiero Brasso, in qualità di Presidente del Comitato Organizzatore delle gare, insieme a Valter Blanc, direttore di pista, Elena Gaja, coordinatrice ufficio gare, e Massimo Rinaldi, Direttore Sportivo Sci Alpino della FISI. A parte qualche accorgimento ancora da fare sulla pista Sises (quella del gigante), la “visita” ha dato esiti molto positivi, e il comitato organizzatore ha tutta l’intenzione di far tornare il Sestriere in coppa in pianta stabile.

  •   
  •  
  •  
  •