Sci, l’Italia domina anche nelle le gare internazionali del “Pinocchio sugli Sci”

Pubblicato il autore: Eleonora Belfiore Segui

pinocchio

Si è appena conclusa la trentaquattresima edizione della manifestazione sportiva “Pinocchio sugli sci”, evento prestigioso dedicato ai piccoli sciatori. Il bizzoso tempo di questi giorni, non ha scoraggiato  i concorrenti e quanti hanno partecipato, con gioia, alla manifestazione che ha fatto della spensieratezza, il suo slogan ufficiale. A premiare i giovani talenti,  un ospite d’eccezione: il campione olimpico Giuliano Razzoli. La manifestazione, che ha visto prima le selezioni nazionali e poi quelle internazionali, nasce con l’obiettivo di coltivare i giovani talenti nostrani e di permettere loro di confrontarsi con i colleghi stranieri, in un clima di assoluto divertimento e di sana competizione. Questo premio, non che non ha ancora conquistato la fama che meriterebbe, a livello nazionale, consente, così, agli sciatori più giovani, ad ancora inesperti, di affinare le proprie tecniche, in un processo di costante miglioramento.
Questa edizione ha visto il trionfo dell’Italia: con le sue squadre, è salita sul podio ed ha occupato le prime due posizioni, ottenendo sia l’ambito Pinocchio d’Oro che il Pinocchio d’Argento. Il terzo posto è andato alla Slovenia.
A livello regionale, la prima medaglia per il Piemonte  è arrivata nella prova di Slalom della categoria “Allievi” femminile  sulla pista di Abetone. Gaia Blangero, dell’Equipe Limone, già  protagonista nelle finali nazionali, è stata battuta per soli 20/100  dall’altoatesina Jamie-Le Pellizzari(Gardena Raiffeisen), che ha  vinto la gara con il tempo totale di 1’,52”,15/100. La croata Isa  Stimac si è classificata terza, con un ritardo di 24/100. Nella kermesse, si è distinta anche  Chiara Cittone, genovese dello Ski Team Valsusa, settima ad 1”,52/100,  mentre Sara Allemand (Bardonecchia) si è classificata tredicesima. Nella  gara maschile della categoria “Ragazzi”, il genovese Marco Abbruzzese,  portacolori del Mondolè Ski Team, ha chiuso al secondo posto, battuto  soltanto dal tedesco Max Geissler Hauber, oro in 1’,43”,48/100.  Abbruzzese ha accusato un distacco di 2”,41/100, mentre Edoardo  D’Amico (ACVR) è giunto terzo a 3”,08/100. Bene anche Leonardo Clivio,  anche lui del Mondolè Ski Team, che ha chiuso al decimo posto. Nella  gara femminile, ha trionfato la lettone  Dzenifera Germane in 1’,43”,45/100, con 1”,61/100 sulla tedesca Kiara  Klug e con 2”,51/100 sulla slovena Nica Murovec.

Questo l’elenco del vincitori, nelle varie gare:

8 aprile, slalom Under 14 (Ragazzi) femminile: 1. Dzenifera Germane (Let) 2. Kiara Klug (Ger) 3. Nika Murovec (Slo)

8 aprile, slalom Under 14 (Ragazzi) maschile: 1. Max Geissler Hauber (Ger) 2. Marco Abbruzzese (Ita) 3. Edoardo D’Amico (Ita)

8 aprile, slalom Under 16 (Allievi) femminile: 1. Jamie-Lee Pellizzari (Ita) 2. Gaia Blangero (Ita) 3. Ida Stimac (Cro)

8 aprile, slalom Under 16 (Allievi) maschile: 1. Boryt Bozic (Slo) 2. Giovanni Franzoni (Ita) 3. Giacomo Dalmasso (Ita)
9 aprile, gigante Under 14 (Ragazzi) femminile: 1. Nika Murovec (Slo) 2. Alice Pazzaglia (Ita) 3. Beatrice Sola (Ita)

9 aprile, gigante Under 14 (Ragazzi) maschile: 1. Edoardo D’Amico (Ita) 2. Lucas Rohrmoser (Aut) 3. Andre Maier (Aut) e Tommaso Zanella (Ita)

9 aprile, gigante Under 16 (Allievi) femminile: 1. Ilaria Ghisalberti (Ita) 2. Lara Baumann (Svi) 3. Rebeka Oblak (Slo)

9 aprile, gigante Under 16 (Allievi) maschile: 1. Giovanni Franzoni (Ita) 2. Francesco Colombi (Ita) 3. Matteo Bendotti (Ita)

 

Sotto lo sguardo attento ed orgoglioso del Presidente FISI Roda, del Presidente della kermesse Giachini e del sindaco di Abetone,  tutti partecipanti  hanno  dato prova del proprio  talento, colmo di promesse per il futuro.
Arrivederci al prossimo anno, con nuove entusiasmanti avventure!

 

 

 

 

  •   
  •  
  •  
  •