Sci, Larisa Yurkiw ha detto basta

Pubblicato il autore: Eleonora Belfiore Segui

foto

Larisa Yurkiw ha detto basta.
Brutta notizia per gli appassionati di sci: la nota sportiva ha dichiarato di volersi ritirare dall’attività. La notizia si è presto diffusa  in rete, suscitando clamore e tanto dispiacere. Larisa Yurkiw era apprezzata da tutti per la sua bravura, la sua classe innata e la grande voglia di fare bene, come tutti i veri professionisti. Adesso, i suoi sostenitori, sparsi in tutto il mondo, sono addolorati profondamente per la sua sofferta, ma comprensibilissima, decisione.
Spesso, nella vita, arriva il momento di dire basta, di chiudere un capitolo. Ci vuole coraggio nel farlo, una dote non comune, al giorno d’oggi.
La sciatrice, reduce dal quinto intervento al ginocchio, ha annunciato con un accorato post su Instagram  il suo ritiro. Ricordiamo che la talentuosa sportiva, nel 2009, al culmine della sua carriera,  fu vittima di un brutto incidente  al ginocchio sinistro che la costrinse ad un intervento d’urgenza, un infortunio che ebbe notevoli complicazioni e la tenne lontana dalle piste per ben due anni. Poi, una volontà di ferro fu più forte dei pareri medici e del destino. Almeno sino ad oggi.
Non c’è pace nel mondo dello sci: dopo quello di Anémone Marmottan, a seguito  di una delle stagioni più tormentate della sua carriera, arriva un altro illustre ritiro.  Larisa Yurkiw, classe 1988, è stata una delle protagoniste assolute di questa stagione, nonostante sia stata particolarmente sfortunata, vittima  di infortuni e operazioni. Nonostante questo, la canadese era reduce da un’ottima annata, che l’ha portata a chiudere addirittura al terzo posto la graduatoria,  alle spalle Lindsey Vonn, con la quale condivide una stella non particolarmente generosa, Fabienne Suter e la vincitrice della Coppa generale, la brava Lara Gut.
Nata il 30 marzo 1988, a  Owen Sound, nell’Ontario, Larisa  ha esordito in Coppa del Mondo a soli diciotto anni, il 13 gennaio 2007, nella discesa, non priva di insidie di Altenmarkt-Zauchensee. L’anno dopo ha vinto l ’argento in combinata ai Mondiali juniores di Formigale. Poi, a sorpresa, superando molte altre favorite, ha vinto  la discesa della supercombinata di Coppa del Mondo, arrivando, per la prima volta, tra le prime dieci nella discesa di Tarvisio, il 21 febbraio 2009, ottenendo uno strameritato nono posto.
Grinta, sacrificio e umiltà; queste le sue caratteristiche vincenti.
La sua sembrava proprio una bella fiaba, fino al grave infortunio in Val d’Isère.
Quella stessa grinta, che non l’ha mai abbandonata, la porta ad una lunga riabilitazione e a strenui esercizi, pur di ritornare in pista.  Dopo un lungo processo di recupero,  è tornata nella  top ten  della Coppa del Mondo, grazie ad una straordinaria performance nella discesa di Lake Louise, il 6 dicembre 2013, nella quale  si  è piazzata settima. Nello stesso mese, ha vinto anche in Coppa Europa, a St. Moritz.
La consacrazione definitiva arriva il 16 gennaio 2015, quando ottiene il primo podio in Coppa del Mondo, arrivando seconda nella discesa accorciata di Cortina d’Ampezzo, vinta da Elena Fanchini. A questa, seguiranno altre vittorie, forse meno memorabili ma sicuramente ottenute con grandi sacrifici.
Adesso, Larisa ha deciso di dire basta.Perché la salute non ha prezzo.
Una lezione che in molti dovrebbero imparare.
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  •   
  •  
  •  
  •