Sci, carriera a rischio per Svindal?

Pubblicato il autore: Damir Cesarec Segui

aksel lund svindal
La carriera di Aksel Lund Svindal potrebbe essere a rischio. La clamorosa indiscrezione è rimbalzata sui media norvegesi suscitando non poco rumore negli ambienti del circo bianco. Secondo la tv di Stato NRK, l’infortunio patito in quel di Kitzbühel nel gennaio scorso sarebbe più grave del previsto e pertanto la sua carriera potrebbe essere addirittura in pericolo. Il fenomeno norvegese aveva subito la rottura dei legamenti crociati e del menisco del ginocchio destro dopo un terribile volo nel corso della discesa libera sulla temibile Streif. A sette mesi di distanza Svindal è tornato sugli sci sul ghiacciaio dello Stelvio, ma le conseguenze di quella caduta continuano a preoccupare lo staff medico della nazionale scandinava.

“C’è il 70% di possibilità di tornare dopo un infortunio al ginocchio come il suo e la percentuale si abbassa ulteriormente con le altre lesioni che ha subito”, queste le parole del medico della nazionale Marc Strauss. Lo stesso Strauss ha inoltre aggiunto che il menisco è tutt’ora molto allentato e che la lesione della cartilagine non si è ancora rimarginata. 

Nel frattempo il 33enne di Lørenskog è volato in Cile col resto della squadra. L’obiettivo è ovviamente quello di tornare in pista nelle gare veloci di Lake Louise a fine novembre.
Anche quest’anno vedrò di essere in gara a Lake Louise e di fare un buon risultato, anche se sarà difficile ripetere i risultati dell’anno scorso. Purtroppo non c’è abbastanza tempo”, ha spiegato Svindal prima di partire per il Sudamerica.

Al di là di tutto, la sensazione è che il buon Aksel non chiuderà certamente qui la sua straordinaria carriera. Sicuramente non lotterà per la Coppa del Mondo generale, ma di certo non vorrà rinunciare agli appuntamenti clou delle prossime due stagioni: i Mondiali di St. Moritz 2017 e le Olimpiadi di Pyeongchang 2018.

Vonn e Fenninger tornano sugli sci

A distanza di pochi giorni l’una dall’altra, il circo bianco ha finalmente potuto riabbracciare Anna Fenninger e Lindsey Vonn le quali sono finalmente tornate sugli sci.

A quasi dieci mesi dal grave infortunio al ginocchio rimediato in allenamento a Sölden, a soli tre giorni dal gigante di apertura della stagione, la fuoriclasse austriaca torna dunque a lavorare sulla neve dopo essere stata costretta a fare da spettatrice l’intera scorsa stagione.
“Sono felice di essere tornata sulla neve e sono felice del fatto che le condizioni del ghiacciaio siano molto buone, pertanto quest’anno non è necessario che io vada all’estero”, ha scritto Anna sui social sottolineando come non prenderà parte alla trasferta in Cile con le compagne di squadra della velocità, e che continuerà quindi ad allenarsi sui ghiacciai europei.

Anche Lindsey Vonn ha rimesso gli sci a sei mesi dalla triplice frattura del piatto tibiale del ginocchio sinistro subita nel super-G di Soldeu. Infortunio che la costrinse a chiudere anzitempo la stagione consegnando di fatto nelle mani di Lara Gut la sua prima Coppa del Mondo.
Il fenomeno a stelle e strisce ha postato invece un video sulla sua pagina Facebook nel quale la si vede effettuare curve in campo libero.
Nonostante l’incidente in Andorra non sia stato particolarmente grave, evidentemente Lindsey e il suo staff non hanno voluto forzare i tempi preferendo iniziare un po’ più tardi la preparazione per tornare in pista a fine novembre nella consueta trasferta nordamericana.

Con Lara Gut, Mikaela Shiffrin e i rientri di Anna Fenninger e Lindsey Vonn, la stagione che prenderà il via tra poco più di un mese sul Rettenbach di Sölden si presenta come una delle più avvincenti ed equilibrate degli ultimi anni. Senza dimenticare che una certa Tina Maze non ha ancora messo la parola fine alla sua carriera…

  •   
  •  
  •  
  •