Colpo Gross nello slalom di Campiglio

Pubblicato il autore: Massimo Maglietta Segui

STEFANO-GROSS-1-e1425386942724
E’ stato proprio un grande colpo quello messo a segno da Gross. Nella prima manche l’azzurro era giunto quarto e vedendo i nomi di chi lo precedeva in classifica sembrava difficile puntare al podio. Alla fine la vittoria è andata al norvegese Kristoffersen che ha preceduto di 33 centesimi uno specialista come l’austriaco Marce Hirsher.  Comunque la spedizione azzurra sulla mitica tre Tre di Madonna Di Campiglio può essere ampiamente soddisfatta. Giù dal podio al quarto posto, troviamo Manfred Moelgg mentre, Patrick Thaler riesce a mantenere il nono posto conquistato nella prima manche e a chiudere tra i primi dieci. Quindi per quanto riguarda la spedizione azzurra dello slalom sulle dolomiti, il bilancio può essere più che positivo. Sono stati piazzati tre atleti tra i primi dieci. Nelle dichiarazioni di fine gara Gross ha ribadito che quello di aver conseguito un grande risultato visto che ha potuto fare soltanto 3-4 prove in pista. Di più non avrebbe potuto fare. La sua condizione non era al 100%. Per ridurre il distacco a fine gara dai primi due c’è ancora tempo visto che la stagione di Coppa del Mondo termina a Marzo.  Tre azzurri nei primi dieci nello slalom speciale è un risultato che fa ben sperare, in vista delle prossime gare.

Stefano Gross la speranza dello sci azzurro

Se sia nato un nuovo Tomba è ancora prematuro dirlo. Però per Stefano Gross si prospetta un futuro pieno di soddisfazioni, nonostante la Carta  d’identità dica 4 settembre 1986. In effetti Gross ha 30 anni e quindi non è più un ragazzino. La sua stagione migliore comunque è stata quella 2015 nella quale ha conquistato una vittoria, 3 secondi posti e 6 terzi posti. Purtroppo attualmente nello sci maschile, non ci sono giovani di prospettiva.  Non sappiamo cosa succederà  quando i vari Moelgg, Gross, Thaler e Razzolli appenderanno gli sci al chiodo abbandonando il mondo delle gare. Dopo la medaglia d’Oro alle Olimpiadi di Vancouver del 2010, sembrava lui il futuro dello sci azzurro. Forse, i giornali frettolosamente lo avevano definito il nuovo Tomba. Dopo il grande risultato delle Olimpiadi, non è riuscito a ripetersi. Le sue migliori stagioni sono state quelle tra il 2010 e il 2011 dove ha conquistato 2 vittorie, 5 secondi posti e 3 terzi posti. Gross invece ha conquistato la prima e unica vittoria nello slalom speciale di Adelboden in Svizzera nel gennaio del 2015.  Quello è stato il suo anno migliore. Oltre alla vittoria in Svizzera Gross ha conquistato anche un secondo posto nello slalom di Wengen e un secondo posto nello slalom di Schladming in terra austriaca.  Nella scorsa stagione Gross ha totalizzato soltanto tre terzi posti. Uno a Wengen, uno nel City Event a Stoccolma e uno a Kranjska Gora in  Slovenia.  La stagione di Coppa del Mondo non era iniziata bene per lui. Nel primo slalom quello in terra finlandese a Levi non era andato bene visto che era uscito già alla prima manche. Questo podio può essere un’iniezione di fiducia per il prosieguo della stagione. A gennaio sulle nevi della Svizzera, ci saranno due slalom importanti ad Adelboden e a Wengen. Su queste due piste in passato Gross ha ottenuto buoni risultati.

  •   
  •  
  •  
  •