Incredibile: la FISI esonera Locher

Pubblicato il autore: Raffaele La Russa Segui
IMG_0184
Incredibile quello che è successo nello sci.
Steve Locher non è più il Commissario Tecnico dello squadra italiana di slalom e di gigante.

La decisione è maturata all’improvviso e derivata soprattutto dai risultanti ritenuti dalla nostra Federazione insufficienti nonchè per la scarsa o pressochè nulla capacità del tecnico di interloquire con gli atleti e lo staff tecnico a causa della difficoltà linguistica atteso che Locher parla solamente il tedesco.
Per le prossime gare in Val d’Isère, quindi, la squadra azzurra sarà affidata a Max Carca.
La decisione è ancora ufficiosa e sarà ufficializzata lunedì, appunto, dopo le gare di Val d’Isère ma oramai è tutto fatto e la nostra Federazione non tornerà indietro sui propri passi.
È durata, quindi, solamente tre gare l’avventura di Steve Locher alla guida della nostra nazionale maschile di sci nelle discipline tecniche.
Il Ct svizzero, nato a Salins in Svizzera il 19 settembre 1967, ottimo atleta con un discreto curriculum da sciatore (vanta in carriera tre vittorie in Coppa del Mondo tra super g e gigante oltre a 9 podi sempre in coppa del mondo) non ha avuto fortuna alla guida tecnica azzurra: ha iniziato la stagione con la gara di slalom gigante di Soelden in cui il miglior azzurro è risultato Luca De Aliprandini è terminata anella gara di domenica scorsa sulla Oreiller-Killy di Val d’Isere che ha visto sempre De Aliprandini giungere sesto e Tonetti al decimo posto.
Troppo poco per convincere la FISI che si aspettava ben altri risultati dal tecnico svizzero cui viene imputata una preparazione non adeguata per competere per grandi traguardi; una scarsa strategia organizzativa delle gare, il carattere troppo accondiscendente quando bisognava dimostrare polso duro; il poco feeling con gli atleti con la conseguente incapacità di prendere decisioni impopolari ma necessarie.
La FISI gli rimprovera soprattutto l’assenza totale di carisma, di personalità, di cattiveria agonistica nonchè la difficoltà di trasmettere motivazioni, spiegare gesti tecnici, correggere errori commessi in gara.
Ma la FISI aveva sottovalutato soprattutto un aspetto essenziale: la pressochè totale incapacità del nostro CT di comunicare con gli atleti che non conoscessero il tedesco.
Locher, infatti, è del Cantone Vallese francofono, e non ha alcuna dimestichezza con la lingua italiana, nè parlata nè compresa.
Ed anche gran parte del suo staff ha lo stesso problema.
Ed in effetti gli unici sciatori ad avere ottenuto qualche risultato degno almeno di cronaca sono stati soprattutto De Aliprandini e Tonetti che insieme a Moelgg erano gli unici che – conoscendo la lingua tedesca – erano in grado di parlare con Steve Locher.
Nel week end al Sestriere scenderanno in pista per due gare tecniche anche le azzurre che stanno conseguendo risultati decisamente brillanti specialmente con la Goggia dalla quale ci si attende la riconferma su alti livelli.
Ora che decisione prenderà la FISI? Locher verrà sostituito o si proseguirà la stagione con la soluzione interna Carca?
Difficile la prima soluzione in quanto la soluzione estrema viene al momento non presa in considerazione.
Probabilmente si punterà su Max Carca che ben ha fatto finora nelle prime gare stagionali affiancato anche da Giancarlo Bergamelli sul gigante e con altri tecnici quali Raimondo Plancke e Daniele Simoncelli ed il preparatore atletico Andrea Viano mentre per lo slalom il gran capo rimarrà ancora Stefano Costazza.

  •   
  •  
  •  
  •