Sci alpino: la Coppa del Mondo femminile fa tappa a Sestriere

Pubblicato il autore: marianna piacente Segui

992x450_CoppaMondo

06 dicembre 2016. Grande fermento sulla neve del comune piemontese che questo weekend ospiterà la Coppa del Mondo di Sci Alpino con due slalom femminili, gigante nella giornata di sabato 10 dicembre e speciale in quella di domenica 11 dicembre. Grandi anche le aspettative dalle nostre azzurre che, sentendosi a casa, si spera riescano a dare il meglio durante la gara. La Fisi ha annunciato, se pur ancora ufficiosamente, la convocazione delle seguenti italiane: Sofia Goggia (età 24), Francesca Marsaglia (età 26), Federica Brignone (età 26), Marta Bassino (età 20), Elena Curtoni (età 25), Irene Curtoni (età 31), Nadia Fanchini (età 30), Chiara Costazza (età 32) e infine la veterana della squadra, la altoatesina Manuela Moelgg (età 33).
«Buone notizie dal Sestriere. È nevicato e le piste della Via Lattea sono pronte per la Coppa del mondo di sci» leggevamo su La Stampa a fine novembre. Il Colle di Sestriere sembra essersi preparato ad hoc ad accogliere il circo rosa, vantando quasi un metro e mezzo di neve, tutta da invidiare dalle tradizionali tappe del circuito di Coppa del Mondo che si trovano nel continente americano, le quali quest’anno contro ogni previsione sono venute meno agli appuntamenti fissati a causa della poca neve finora caduta.

La Via Lattea di Sestriere sarà protagonista di questa Coppa del Mondo 2017 con un duplice slalom sulla celeberrima pista Kandahar Giovanni Alberto Agnelli, la stessa dove ci hanno fatto emozionare i grandi campioni degli anni ’90, primi fra tutti i nostri azzurri Alberto Tomba e Deborah Compagnoni. Per un totale di 32 gare di Coppa del Mondo disputate sui suoi tracciati, il Colle di Sestriere è assente dalla Coppa femminile dal lontano 1996; passando per il 1997 e il 2006, in cui è stato protagonista rispettivamente di due gare dei Campionati del Mondo e di altrettante gare olimpiche, l’ultima volta che ha ospitato la Coppa del Mondo è stata nel 2006, quando ha visto vincere al primo posto nella supercombinata l’allora emergente Carlo Janka e al primo posto nello slalom gigante l’ex campione svizzero Didier Cuche.
Oltre al valore affettivo – se vogliamo – che questa pista ha per gli appassionati del circo bianco, la Kandahar vanta caratteristiche esemplari per un tracciato di slalom di Coppa del Mondo: con un dislivello di poco più di 200 mt. (2250 mt. di altitudine alla partenza e 2040 mt. all’arrivo), si estende per 675 mt, passando da uno pseudo piano (anch’esso in realtà pende e non poco) a un muro centrale che pretende una sciata attenta ed estremamente tecnica, per finire poi con una parte finale più semplice, dove bisogna comunque curare di arrivare con una buona spinta, per non rischiare di perdere centesimi importanti al traguardo. Insomma, una pista che non si lascia sciare con troppa facilità in nessuna delle sue parti e per questo assolutamente degna di tornare a far parte delle tappe del circo rosa, dopo tanti – forse troppi – anni di assenza.

Le manche di gara sono fissate per le 10:30 (prima) e le 13:30 (seconda). E’ possibile seguire le gare in diretta su Rai Sport 1 (canale 57 del digitale terrestre e 5057 di Sky) o sul più specifico canale di Eurosport; alternativa alla tv, la diretta streming sul sito ufficiale Rai www.raiplay.it.

  •   
  •  
  •  
  •