Sci, Super Goggia a Lake Louise

Pubblicato il autore: Morgana Corti Segui

sciTriplete! Si non è un vero e proprio triplete perché non è arrivata mai prima, ma lo possiamo chiamare così proprio perche Sofia Goggia è salita sul podio 3 volte sulle 5 gare disputate fino ad ora.
Non capitava dai tempi di Isolde Kostner che un’italiana conquistasse tre podi in discipline diverse in un’unica stagione, l’altra grande sciatrice capace di conquistare il triplete è stata Deborah Compagnoni nella stagione 1991/1992 e nel 1992/1993.
La gara dell’italiana è stata quasi perfetta, il distacco dalla svizzera Lara Gut è stato di soli 59/100.

LA GARA DI LAKE LOUISE – Un SuperG pesantemente condizionato da una fitta nevicata iniziale, che ha costretto gli organizzatori a posticipare il via di oltre un’ora ed ha accorciato la partenza a 1.560 metri e successivamente quando erano scese già le prime 25, un’ulteriore nevicata ha condizionato le prove delle atlete col pettorale più alto, creando vari problemi di visibilità e  rallentando le atlete,cristallizzando il risultato delle migliori.
La gara in sé, data la brevità e le condizioni meteo, non ha consentito troppi errori alle atlete visto che ogni sbaglio veniva duramente pagato non essendoci tempo a sufficienza per recuperare.
Sotto il podio hanno chiuso le stelle di questi giorni canadesi: quarta la svedese Kajsa Kling a 70/100, quinta la slovena Ilka Stuhec a 75/100. Mikaela Shiffrin, che guida la classifica generale di Coppa del Mondo, ci ha provato, ma nel momento peggiore della nevicata: alla fine ha chiuso a 1″84 dalla Gut, senza portare a casa punti.
Al secondo posto davanti alla nostra Goggia si è classificata l’atleta del Liechtenstein Tina Weirather, a soli 10′ dalla svizzera.

Fa festa anche Lara Gut: la svizzera, campionessa uscente mette tutti in fila chiudendo col sorriso questi tre giorni che finora non le avevano regalato grandi gioie. E il successo, le regala 100 punti pesanti in classifica generale che le consentono di accorciare sensibilmente le distanze dalla leader Shiffrin che si trova a quota 358, mentre la Gut è a soli 28 punti. Molto bene anche il terzo posto nella classifica generale di Goggi che si trova a quota 267 punti.

LE ALTRE AZZURRE- Chiude fra le prima 10 anche Nadia Fanchini, nona a 97/100, quindi Johanna Schnarf 17ª a 1″38, 22ª Francesca Marsaglia a 1″52, Elena Curtoni 24ª a 1″57 , Federica Brignone 27ª a 1″66 ed Elena Fanchini 30ª a 1″72. Lontane le altre.

LE PAROLE DI SOFIA GOGGIA- “Oggi ho sofferto veramente tanto perché con un pettorale abbastanza basso come il mio (10) ho dovuto aspettare molto tempo e parecchie avversarie mi arrivavano vicina. Mi sono tranquillizzata solamente quando è arrivata al traguardo la Shiffrin. Sapevo di potermela giocare anche in supergigante e che sarebbe potuto arrivare un altro bel risultato. Mi inorgoglisce essere accostata a campionessa come Kostner e Compagnoni, tuttavia in confronto a loro la sottoscritta deve ancora dimostrare tutto. Posso solo augurarmi di continuare su questa strada, sto sciando senza remore, senza paure e sono consapevole delle mie qualità. Non ho alcuna paura di tornare sulle piste europee, sarà la stessa Goggia di quando sono partita quasi un mese fa. Ho fatto un inizio di stagione con tre podi su cinque gare disputate, adesso la nuova sfida sarà rimanere ad alto livello. Lavorerò per rimanere sul pezzo, rimanendo tranquilla e andando avanti giorno per giorno“.

  •   
  •  
  •  
  •