Innerhofer si opera obiettivo mondiali di St.Moritz

Pubblicato il autore: Massimo Maglietta Segui

Innerhofer
Innerhofer si opera e salta la discesa tedesca in programma a Garmisch Partenkirchen. L’obiettivo dello sciatore azzurro sono i mondiali di Saint Moritz in programma dal 6 al 19 febbraio. Troppo forte il dolore. Se Innerhofer  avesse deciso di partecipare anche solo ad una delle due discese in terra tedesca, avrebbe compromesso non solo la partecipazione ai mondiali in Svizzera, ma  anche il finale di stagione. Le prime gare ci sono tra dieci giorni e quindi quella dello sciatore azzurro è una corsa contro il tempo.  Innerhofer dovrà operarsi per una microfrattura al perone della gamba sinistra. Se lo staff azzurro spera di rimetterlo in pista ai mondiali di Saint Moritz, vuol dire che il recupero post operazione dovrebbe essere al max di 10 giorni. Comunque nonostante il dolore il dolore persista già da un pò, il discesista ha partecipato al SuperG di Kitzbuel in Austria giungendo secondo. I tifosi azzurri fanno tutti il tifo affinché l’operazione vada bene. L’Italia della discesa ha bisogno di lui soprattutto in SuperG.  In terra tedesca ci saranno Peter Fill e Dominik Paris pronti a sostituirlo e a tentare di raggiungere un piazzamento sul podio. La tre giorni in terra tedesca si concluderà domenica con lo slalom gigante.

Innerhofer il combattente dello sci azzurro

Innerhofer ha iniziato a partecipare alle gare internazionali della FIS già nel 1999 all’età di 15 anni.  Quattro anni dopo, a 19 anni, ha esordito in Coppa Europa. In due anni di gare in questa competizione, ha conquistato tre vittorie, un secondo posto e due terzi posti.  La prima gara in Coppa del Mondo è stato lo slalom speciale di Levi del 2006 nel quale non ha terminato neanche la prima manche.  I primi punti sono arrivati il 10 dicembre dello stesso anno con il 24° posto nella supercombinata di Reiteralm  in Austria.  Nel 2007 ha partecipato anche ai suoi primi mondiali che si sono disputati quell’anno ad Are in Svezia.  I risultati non furono soddisfacenti, visto che arrivò 38° in discesa libera e non riuscì a completare la supercombinata.

Nella stagione successiva arrivarono i primi  piazzamenti tra i dieci, un nono, un ottavo e due settimi posti.  Il discesista altoatesino stava iniziando a prendere confidenza lo le gare di Coppa del Mondo. Nella stagione 2008/2009 arrivano altre soddisfazioni per Innerhofer, come la vittoria della sua prima discesa sulla difficile pista dello Stelvio a Bormio.  Nei Mondiali di Sci del 2009 a Val-d’Isère è andato molto vicino al podio. Nella prova di SuperG è arrivato quarto a soli 5 centesimi dal terzo posto del norvegese Svindal.

Nel 2010 ha partecipato a i suoi primi  Giochi Olimpici Invernali, quelli di Vancouver. In terra canadese Innerhofer non ha raggiunto i risultati che si aspettava, terminando 19° in discesa libera, 6° in SuperG e 8° in Supercombinata. Nel 2011 si laurea campione del mondo di supergigante precedendo l’austriaco Reichelt e il croato Kostelic.

Nel 2014 partecipa alle sue seconde Olimpiadi Invernali, quelle di Soci in Russia. Queste vanno decisamente meglio.  In discesa libera arriva secondo conquistando la medaglia d’argento a soli  6 centesimi dal vincitore Mayers.  Innerhofer diventò così il primo azzurro a conquistare l’argento olimpico in discesa. Prima di lui soltanto altri due sciatori azzurri erano riusciti a salire sul podio in discesa: Zeno Colò nel 1952 a Oslo e  Herbert Plank bronzo ad Innsbruck nel 1976.

  •   
  •  
  •  
  •