Sci, a Maribor Sofia Goggia è seconda nel giorno dell’addio di Tina Maze

Pubblicato il autore: Damir Cesarec Segui

sofia goggia
La prima vittoria sembra essere proprio stregata per Sofia Goggia. La bergamasca chiude infatti in seconda posizione il gigante femminile di Maribor, a soli 16 centesimi dalla vincitrice Tessa Worley. Per Sofia trattasi del settimo podio stagionale che riscatta così alcune prove opache dell’ultimo periodo. A trionfare sulle nevi slovene è, come detto, la francese Worley che con un’ottima seconda manche risale di due posizioni conquistando così il terzo successo stagionale, tutti ovviamente tra le porte larghe. Terza a 25 centesimi l’elvetica Lara Gut, in rimonta di una posizione, mentre chiude solamente quarta Mikeala Shiffrin, leader dopo metà gara. La 21enne di Vail crolla nell’ultima parte del tracciato scivolando di conseguenza fuori dal podio.
Da segnalare poi l’ottimo rientro di Sara Hector: dopo oltre un anno di assenza dovuto a un grave infortunio, la gigantista svedese chiude in 11esima posizione. Esce invece nella seconda prova Anna Veith-Fenninger dopo l’ottavo posto della prima manche, ma i progressi della campionessa austriaca sono più che evidenti.

Leggi anche:  Sci alpino femminile, discesa libera Crans Montana 2021 (VIDEO): Goggia si prende un'altro successo. 9ª Brignone

Nella classifica di specialità la Worley allunga su Shiffrin (+85) e Gut (+190), mentre in quella generale la ticinese rosicchia 10 punti all’americana, ora distante 205 punti. La Worley è terza a 281, mentre Goggia è quarta a 301.
Domani è in programma uno slalom con Mikaela che avrà una ghiotta occasione per allungare ulteriormente e riscattare l’inforcata di Zagabria.

Ma la vera protagonista di giornata è stata ovviamente Tina Maze. La fuoriclasse slovena è partita decisa, ma dopo il primo intermedio si è fermata per andare ad abbracciare il suo ex allenatore Valerio Ghirardi e il suo compagno Andrea Massi. Poi, a pochi metri dall’arrivo si è fermata nuovamente. Questa volta per togliere gli sci e attraversare il traguardo a piedi per poi prendersi l’ovazione del suo pubblico. Un coup de theatre degno di una campionessa qual’è Tina.

Leggi anche:  Sci alpino femminile, discesa libera Crans Montana 2021 (VIDEO): Goggia si prende un'altro successo. 9ª Brignone

HANNO DETTO – Sofia Goggia: “Anche oggi pensavo di avere la possibilità di vincere, mi sembrava l’occasione giusta perché dovevamo festeggiare l’ultima gara di una campionessa come Tina Maze che è sempre stata il mio punto di riferimento in pista e mi ha ispirato in questi anni. Non ce l’ho fatta di un nonnulla ma sono ugualmente contenta di essere nuovamente sul podio. Il fatto di non avere ancora vinto una gara non mi condiziona per nulla, dopo tutti gli infortuni di cui sono rimasta vittima è l’ultimo dei miei pensieri. Adesso penso solo a rimanere lì, concentrata sulla mia sciata e a tirare le curve giuste, pronta ad aspettare il mio turno e sono sicura che continuando in questo modo arriverà molto presto.”

Tessa Worley: “E’ stata dura ma vincere è sempre una sensazione bellissima. Siamo in tante sullo stesso livello e quindi ogni gara è una grande lotta. Vincere è difficile però tutta questa concorrenza ti spinge a dare sempre qualcosa in più e a migliorare.” 

Lara Gut: “Ho commesso qualche piccolo errore nella prima manche ma tutto sommato sono soddisfatta della mia prova. Non è una pista facile perché devi spingere ma poi basta un errore e sei fuori. Era importante salire sul podio. Adesso però devo allenarmi per tornare alla vittoria.”

  •   
  •  
  •  
  •