IRONMAN Lanzarote, TRIONFO di Alessandro Degasperi – INTERVISTA esclusiva post-gara e VIDEO

Pubblicato il autore: Andrea Danzi Segui

ironman lanzarote

Alessandro Degasperi compie un capolavoro podistico andando a recuperare oltre 9 minuti di svantaggio da Kramer e coglie la sua prima vittoria in un IRONMAN… Lanzarote è la sua terra di conquista!

Cronaca della Gara
Mark Oude Bennink (NED) esce per primo dall’acqua in 48:12 davanti a Stephen Bayliss (GBR). In soli 32 secondi i primi dieci atleti irrompono in T1, Degasperi è staccato di 3 minuti. Kramer e Jammaer mettono il turbo e tengono alto il ritmo nella frazione ciclistica. In T2, il tedesco arriva con ben 09:18 di vantaggio su Alessandro che, indossate le scarpe da corsa, inizia una rimonta sensazionale nella maratona. Al 15° km il divario si è già dimezzato (4:56). Uno dopo l’altro, l’azzurro supera tutti i suoi avversari. Al 35° km sono solo 30 i secondi che lo separano dalla testa della gara, al 38° c’è il sorpasso. Kramer non può fare altro che lasciarlo passare e vederlo sparire all’orizzonte. Alessandro Degasperi trionfa in 8:56:50 dopo un run-split di 2:47:16 !

Con estrema gentilezza e disponibilità, Alessandro Degasperi ha concesso un COMMENTO ESCLUSIVO post-trionfo a Supernews.

Caro Alessandro, prima di tutto tantissimi complimenti per la tua straordinaria prima vittoria in un IRONMAN.

Il percorso ciclistico di Lanzarote è uno tra i più impegnativi del circuito IRONMAN, l’hai sofferto particolarmente o ti sei gestito?
Ho scelto questo IM proprio per questo percorso… l’ho gestito e ho incassato diversi minuti all’inizio, cominciando a recuperare solo dopo il 120° km.
Cosa si prova mentalmente a sapere in T2 che hai un ritardo di 9 minuti dal primo?
Bisogna fare la propria gara. Ero convinto di poter correre sotto le 2h50′, quindi ritenevo la gara ancora aperta. Poi, spesso, il fatto di dover rincorrere e correre sull’uomo mi dà ancora più motivazione.
Nella maratona sei andato alla grande, c’è stato un momento particolare in cui hai capito che avresti completato la favolosa rimonta su Kramer?
In realtà ho guadagnato in modo abbastanza costante per tutta la corsa fino al 30° km. Fino ad allora ho pensato che sarebbe stata incerta fino all’ultimo, ma poi ho cominciato a guadagnare molto di più e ho capito che Kramer era saltato. Ho continuato comunque col mio passo e ben presto l’ho raggiunto e superato.
Al traguardo hai abbracciato tuo figlio, quanto conta la famiglia dietro un successo di tale portata e importanza?
Conta molto perché, se a 34 anni riesci a fare il triatleta professionista in Italia, vuol dire che hai una famiglia che ti appoggia e ti sostiene… e io sono molto fortunato.

ironman lanzarote

l’abbraccio col suo primo tifoso

Visibilmente emozionato, Alessandro ha commentato la vittoria sulla sua pagina personale di FB. Questo è l’estratto dell’ultima parte, quella dell’impresa: “Sono partito comunque cauto, memore dell’esperienza di Francoforte dello scorso anno, controllando passo e frequenza cardiaca costantemente, ascoltando le mie gambe e le mie sensazioni, conscio che la maratona finisce al 42esimo km, e non prima, e che in mezzo possono succedere molte cose. Dopo metà gara ho camminato ai ristori per riuscire ad idratarmi ed alimentarmi correttamente, perchè quei 10″ persi possono essere minuti guadagnati alla fine, e così è stato… Il mio obiettivo erano le 2h50″, sapevo che era un tempo alla mia portata, durante la gara facevo i miei conti, 10″ al km e potevo giocarmela… ma guai a farsi prendere dalla foga… Quando negli ultimi 6-7 km ho visto che stavo guadagnando molto di più rispetto ai km precedenti ho capito che avrei potuto farcela, ma ho continuato col mio passo, e anche una volta passato in testa ai ristori mi sono fermato lo stesso… non potevo sbagliare, non ora. E così ce l’ho fatta, ed ho le lacrime agli occhi ancora adesso a scriverlo…”

IM-PERIOSO !

Caro Alessandro, tutto lo staff di Supernews ti ringrazia per questi commenti a caldo. Tantissimi in bocca al lupo per i tuoi prossimi appuntamenti agonistici che prevedono un paio di 70.3 prima dell’IRONMAN di Francoforte (Campionato Europeo) !

Classifica maschile IRONMAN Lanzarote
1. Alessandro Degasperi (ITA) 0:51:11 5:12:13 2:47:16 8:56:50
2. Christian Kramer (GER) 0:48:21 5:05:52 2:59:14 8:59:31
3. Mauro Baertsch (SUI) 0:52:05 5:10:49 2:54:14 9:04:46
4. Miquel Blanchart Tintó (ESP) 0:48:34 5:24:27 2:51:43 9:10:26
5. Bert Jammaer (BEL) 0:48:26 5:09:28 3:08:18 9:12:06

Fantastico video della gara

Video tributo ad Alessandro Degasperi

© Andrea Danzi

  •   
  •  
  •  
  •