Il sogno di volare diventa realtà: il volo di 2 Jetman con un A380 [VIDEO]

Pubblicato il autore: Gianluca_Rizzo

La passione per il volo è insita nell’animo umani, fini dagli albori dei tempi l’uoma osservava i cieli ammirando gli uccelli che su libravano liberi nel cielo. L’impresa dei 2 Jetman

Se vi foste trovati a Dubai negli ultimi giorni, no avreste visto volatili, bensì due ragazzi con un Jetpack sulle spalle intenti a volare a 1200 a fianco di un Airbus A-380, l’aereo civile più grande del mondo. La miscela esplosiva di 2 jetman e di un A380 ha generto uno dei video più spettacolari delgi ultimi tempi.

yves-rossy-e-vince-reffet-volano-accanto-a-un-airbus-a-380

I protagonisti del video sono: Yves Rossy e Vincent Reffet.

Il primo è un ex-pilota e inventore svizzero, il primo nel 2006 a volare agganciato ad un’ala a reazione;

il secondo è uno dei paracudisti più estremi in circolazione, da oltre 10 anni stupisce il mondo con le sue imprese.C001_C011_1012XQ

Il duo si è messo a “lavorare” insieme all’inizio di quest’anno, e finora hanno sorvolato: il Burj Khalifa, il Palm Jumeirah e il deserto di Liwa.  L’impresa portata a termine dalla coppia ha qualcosa di incredibile, volano con le loro tute alari fianco a fianco con l’aereo, insieme si librano in aria compiendo acrobazie. Il tutto avviene ben oltre i 250km/h, ripreso da una troupe a bordo di un elicottero che seguiva l’A380.I Jetpack sono alimentati da quattro piccoli motori, il peso dell’intera struttura è di soli 54.4 kg circa e l’apertura alare sfiora i 2 metri. Sono gioielli d’aerodinamica in grado di raggiungere i 177 km/h in ascesa e i 289 km/h in picchiata. Il velivolo, lo ricordiamo, è il più grande al mondo che effettua tratte commerciali, con una capacità massima di 853 persone e un’autonomia di ben 15.200 km. Non è stato facile stare quindi al suo passo a 4000 piedi di altezza (circa 1219 m), con un elicottero che dall’alto li ha ripresi in tutte le loro evoluzioni, sempre attenti a non incrociare mai la scia dei quattro portentosi motori turbofan della Rolls-Royce montati sotto le ali. Il video è stato realizzato per la campagna pubblicitaria della compagnia aerea Emirates, che ha voluto celebrare il marchio sorvolando i meravigliosi grattacieli di Dubai.

 Dopo l’atterraggio queste sono state le dichiarazioni dei due piloti:
“ Abbiamo dovuto lavorare per trovare una velocità media comune. Lenta per l’Airbus, veloce per noi, ma non eravamo a tutta velocità. Eravamo circa a 135 nodi, o 250 chilometri orari. Una velocità che ci ha lasciato ancora un po’ di margine di manovra per allontanarci in fretta se le cose si fossero messe male.”

“Non avremmo potuto farlo senza l’aiuto e il costante appoggio dello sceicco Hamdan, principe ereditario di Dubai, del nostro sponsor XDubai, della fiducia di Emirates Airline e di tutto il team che sta dietro questo ambizioso progetto”

“Sogno di volare da quando avevo 15 anni. Mio padre era un paracadutista e non ho mai avuto passione per questo sport fino a quando non ho provato. Mi sono subito innamorato e l’ho fatto per metà della mia vita. Far volare il mio corpo è ciò che amo ed è ciò che mi ha spinto a realizzare progetti come lo Skydive combinato sul Monte Bianco e il salto dal Burj Khalifa qui a Dubai.”
Mi sono sentito come una piccola zanzara! È iniziato come idea: avere il più piccolo e il più grande jet a reazione allo stesso tempo. È davvero un grande aereo!”

 

In basso il video mozzafiato dell’evento, veramente da pelle d’oca.
https://www.youtube.com/watch?v=zs3UPNgzOos

  •   
  •  
  •  
  •