WWE EXTREME RULES 2016, i risultati: Clamoroso il ritorno di Seth Rollins!

Pubblicato il autore: simone canini Segui

20160522_ER_1920x1080_rollins--fecced2694b4f1eb91cebfaa16ea440e
Clamoroso. E’ il termine più adatto a descrivere il finale di WWE EXTREME RULES 2016. Il pay-per-view post-WWE PAYBACK  si preannunciava stellare, visto il succoso programma e l’alto livello raggiunto in queste settimane per rendere appetibili ed entusiasmanti le faide in corso, alcune delle quali vanno trascinandosi sin dallo stesso PAYBACK. Lo show si apre sull’onda della sorprendente notizia del rilascio di Cody Rhodes da parte della WWE, che si aggiunge agli altri rilasci effettuati dalla federazione lo scorso aprile in quest’operazione di scrematura del roster principale.

Ma è il momento di concentrarsi sul presente e questo significa ancora Dudley Boyz, i “Signori dell’estremo” che salgono sul ring per proclamare la loro netta superiorità, che li ha portati a non combattere ad Extreme Rules proprio perchè, stando alle loro parole, sono “Oltre l’estremo“. Ecco allora comparire Big Cass (ancora orfano di un Enzo Amore sulla via del recupero dall’infortunio patito a PAYBACK) sempre più credibile ed affascinante come lottatore singolo, che dopo il solito straordinario lavoro al microfono ricorda ai Dudleyz che non si è mai abbastanza “oltre” se non si è disposti a dare tutto. Big Boot su Bubba Ray ed East River Crossing su D-Von. E per dirla alla Enzo Amore: “And you can’t teach that!”
Si parte con i match in programma, che scorrono veloci e spettacolari, aperti dal KickOff di Extreme Rules, l’ennesimo scontro fra il “lupo solitario” Baron Corbin e il sempre carismatico Dolph Ziggler, che ancora una volta deve arrendersi di fronte alla prepotenza fisica e motivazionale dell’avversario, in netta rampa di lancio verso i vertici della federazione.
E’ il momento di risolvere questioni di famiglia. Nelle ultime settimane Club (Karl Anderson & Luke Gallows) e Usos si sono affrontati numerose volte anche per il reciproco supporto nei confronti di Aj Styles e Roman Reigns, in faida per il titolo mondiale. Sono i due del Club ad imporsi al loro primo pay-per-view schiantando gli Usos e affermando la propria autorità.
Arriva il turno del primo match titolato, quello valido per lo United States Championship detenuto dal “piccolo” Kalisto, il quale nulla può contro il “mastino bulgaro” Rusev accompagnato dalla splendida Lana a bordo ring. Inizio devastante del bulgaro che si concentra sulla già sofferente schiena del messicano, il quale ha una reazione d’orgoglio che viene spenta poco dopo da Rusev, il quale conquista la cintura e provoca un probabile infortunio al sofferente Kalisto.
Mantengono ancora una volta il titolo i New Day, sempre esuberanti ed esilaranti quanto incredibilmente concreti e vincenti. Stavolta a farne le spese sono i Vaudevillains, la cui gimmick rende meno efficace, forse, la loro credibilità e presenza sul ring.
Ora il wrestling sale in cattedra, con quattro artisti della disciplina. E’ il match più spettacolare e avvincente della serata quello valido per l’Intercontinental ChampionshipUno scambio continuo di mosse fra Cesaro, The Miz, Kevin Owens e Samy Zayn che portano ad un finale confuso fra schienamenti, interferenze reciproche (fondamentale quella di Maryse, moglie di The Miz, la quale distrae l’arbitro mentre il marito cede alla Sharpshooter di Cesaro) e momenti mozzafiato. Owens e Zayn pagano a caro prezzo il loro rapporto ai mini termini concentrandosi nel prevalere l’uno sull’altro e consentendo all’indisturbato The Miz di schienare Cesaro per l’1-2-3 decisivo e mantenere la cintura.
Il Prudential Center di Newalt, (NJ) si trasforma ora in un Asylum, precisamente l’Ambrose Asylum. Il paziente è Chris Jericho, straordinario sotto ogni aspetto. Il povero Y2J si dovrà arrendere ad un finalmente concreto Dean Ambrose, che sfrutta la stipulazione del match a suo favore e si aggiudica una prima importante vittoria che potrebbe rilanciarlo.
Cintura mantenuta anche da Charlotte, che nonostante fosse orfana del padre di Ric Flair a bordo ring, si sbarazza velocemente di una Natalya deludente e costretta a cedere sotto i colpi e la sottomissione della Flair, vera e propria dominatrice della categoria femminile.

Ci siamo, è tempo di Main Event. E’ tempo di decidere il futuro del WWE World Heavyweight Championship. Al duro scontro fra “the phenomenal” AJ Styles e il campione Roman Reigns (sempre sommerso dal disappunto della folla) non potevano mancare le rispettive “famiglie”, Club e Usos che ne condizionano anche il risultato finale, che vede Reigns prevalere dopo una strepitosa Spear annullando la Gomitata volante di AJ. Ma è quello che succede dopo a fare esplodere l’intero Prudential Center. Il campione viene attaccato da Seth Rollins con un Pedrigree, al clamoroso rientro dopo il grave infortunio al ginocchio che lo ha tenuto lontano dal ring per più di 6 mesi. Finale con Rollins che prende la cintura e la solleva al cielo, come a dichiararne la proprietà.

Colpi di genio così sono normale amministrazione in casa WWE, tuttavia il merito dell’azienda di Stamford è la capacità di stupire e sbalordire costantemente senza creare alcuna possibilità di aspettativa o caduta nel facile oblio dell’abitudine. Appuntamento a Money in The Bank il 19 di Giugno, dove sicuramente ci ritroveremo ad assistere a qualcosa di, appunto…Clamoroso.

Questo il riassunto dei risultati:
KickOff Show:
Baron Corbin vs Dolph Ziggler –  Vincitore: Baron Corbin

EXTREME RULES:
The Club (Karl Anderson & Luke Gallows) vs The Usos – Vincitore: The Club

United States Championship Match:
Rusev vs Kalisto (c) – Vincitore: Rusev

Tag Team Championship Match:
The New Day (c) vs The Vaudevillains – Vincitori: The New Day

Intercontinental Championship Match:
The Miz (c) vs Cesaro vs Kevin Owens vs Sami Zayn – Vincitore: The Miz

Asylum Match:
Dean Ambrose vs Chris Jericho – Vincitore: Dean Ambrose

Women’s Championship Match:
Charlotte (c) vs Natalya – Vincitore: Charlotte

WWE World Heavyweight Championship Match (Extreme Rules Match):
Roman Reigns (c) vs AJ Styles – Vincitore: Roman Reigns

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: