Vitor Miranda: chi è il prossimo avversario di Marvin Vettori

Pubblicato il autore: Tudor Leonte


Vitor Miranda sarà il prossimo avversario di Marvin Vettori nell’evento di arti marziali miste UFC Fight Night 112. “Lex Luthor”, classe 1979 è un ex kickboxer brasiliano e lottatore di arti marziali miste. Vitor Miranda ha cominciato a dedicarsi al mondo degli sport da combattimento all’età di 21 anni, quando un suo amico lo ha portato a provare una lezione di Muay Thai. Miranda è passato a professionista nel 2001, per poi fare il suo debutto nel K-1 dopo due anni. Combatte sul ring fino al 2013 e raggiunge un record di 24 vittorie di cui 18 per (T)KO e 8 sconfitte.

In parallelo con la sua carriera sui ring di tutto il mondo, Miranda sviluppa anche una passione per le arti marziali miste. Nei combattimenti con i guantini raggiunge un record di 9-3 prima di essere notato dalla più importante organizzazione di arti marziali miste al mondo, la Ultimate Fighting Championship. Abbandonata la carriera nella kickboxing, si dedica anima e corpo alle mma e i risultati non tardano ad arrivare. Viene scelto per partecipare a “The Ultimate Fighter: Brasil 3” all’interno del team Sonnen e nel corso del reality show si fa notare vincendo tutti e tre gli incontri per KO e TKO e stacca un biglietto per la finale, che lo vede opposto ad Antônio Carlos Júnior (altra conoscenza di Marvin Vettori). Quell’edizione di “The Ultimate Fighter” prevedeva la partecipazione di soli atleti della categoria dei pesi massimi.

L’incontro tra i due si protrae per tutta la durata dei tre round e vede vincitore “Cara de Sapato”, che dimostra già da allora di avere le stimmate del prescelto. A Miranda, comunque, viene offerto un contratto in UFC e l’atleta, sconfitto, ma non vinto, decide di scendere di categoria, approdando direttamente nei pesi medi. I risultati del passaggio dai 120 kg agli 84 kg è stupefacente: “Lex Luthor” inanella una serie di tre vittorie consecutive, tutte arrivate prima del limite in modo spettacolare. A mettere fine alla sua striscia ci pensa Chris Camozzi, dopo un incontro che ha visto l’americano fare il bello e il cattivo tempo, sfruttando il suo vantaggio notevole nella lotta corpo a corpo.

Non c’è da sorprendersi se nella categoria UFC dei pesi medi Miranda venga ritenuto uno degli striker più pericolosi, dotato di colpi clinici ed efficaci e di mani molto pesanti. Nel corso della sua carriera in UFC ha dimostrato di essere un fighter completo sotto tutti i punti di vista, magari non con una take down defence eccelsa, ma con solide basi di lotta e bjj. Più volte l’atleta si è trovato in svantaggio e più volte è riuscito a uscirne vincitore, sapendosi adattare allo stile dei suoi avversari e cercando le crepe nella loro difesa. I match con Jake Collier e Clint Hester rappresentano un ottimo esempio di quanto detto sopra.

Vitor Miranda sarà, senza ombra di dubbio, lo striker più pericoloso affrontato da Vettori nella sua carriera. Da tenere d’occhio l’high kick sinistro del brasiliano che ha mietuto innumerevoli vittime. Salvo sorprese e notevoli miglioramenti nel suo standing game, non credo che Vettori imposterà un incontro in cui scambierà a viso aperto con il brasiliano. Nei match che hanno visto uscire sconfitto quest’ultimo, si è notato quanto soffra contro gli avversari che fanno della lotta a terra o contro la gabbia la loro arma vincente: grazie a questo Antônio Carlos Júnior e Chris Camozzi sono usciti vincitori dai loro rispettivi scontri con Miranda. Va fatto notare anche che, nonostante la pericolosità in piedi, l’età di Miranda (38 anni ai massimi livelli non sono pochi) sta iniziando a farsi sentire e potrebbe essere anche questo un fattore determinante dell’incontro. Non resta che aspettare domenica per scoprirlo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: