Tennis, Sampras: “Nessun americano da Top 10”

Pubblicato il autore: Dario D'Auriente Segui

C’è chi sia accontenta di toccare e sfiorare la top 15, come noi italiani, con Fabio Fognini, e chi, invece, proprio non riesce ad accettare che nessun suo connazionale sia nella Top 10!!! E’ il caso di Pete Sampras. L’ex fenomeno del tennis mondiale a stelle e strisce ha analizzato la situazione del suo paese in uno sport che dà sempre regala grandi soddisfazioni agli States. Se da un lato c’è Serena Williams, che in campo femminile continua a dominare le avversarie, sul campo e fuori, dall’altro, in campo maschile, nessun fenomeno è all’orizzonte secondo Sampras.

Non è un grande momento, non siamo più negli anni ’90. Ci vorrà un po’ prima di rivedere il tennis americano dov’era prima. Per ora” ha detto l’ex numero 1 a margine del torneo d’esibizione Iptl a New Delhinon vedo nessuno che abbia grandi possibilità di entrare in top-10“. Il problema? “Il tennis è diventato uno sport molto internazionale, ci sono tantissimi bambini che giocano a tennis in tutto il mondo. Forse sono più affamati e per qualche ragione non produciamo junior con del potenziale. Ma è solo una fase, speriamo non duri a lungo“.

La situazione per gli americani non è, infatti, al momento rosea: solo un top 20 (Isner, tra l’altro leggermente in calo nell’ultima stagione), cinque top-100. Non proprio una presenza massiccia, alla spagnola, per intenderci. Ancor di più preoccupante se si pensa che l’unico che ha mostrato possibilità di crescita importanti, anche in base all’età, 22 anni, è Jack Sock.

  •   
  •  
  •  
  •