Australian Open, doppio: Fognini e Bolelli sono in finale. “Ora speriamo di riscrivere la storia portando a casa il titolo”

Pubblicato il autore: Ambra Angelini Segui

Ci hanno creduto e sono riusciti nel loro intento: Fognini e Bolelli sono in finale nel doppio dopo aver sconfitto, con un 6-4 3-6 6-3, Rojer e Tecau. Il tennis italiano può vantare una nuova coppia da sogno dopo quella tutta al femminile delle Cichi. Mancavano due talenti del genere, compatti, interscambiabili e uomini da circa cinquantanni, da quando Nicola Pietrangeli e Orlando Sirola vinsero al Roland Garros di Parigi e un ventennio dopo, sempre sullo stesso campo, Adriano Panatta conquistava il primo posto.
In finale, in programma per sabato, i due italiani affronteranno i due francesi Mahut ed Herbert che hanno battuto in semifinale Dodig e Melo con un 6-4 6-7 7-6 totalmente inaspettato.
“Mi aspetto una partita come la semifinale, -dice Bolelli- loro amano prendere la rete appena possono, quindi la sfida si giocherà su pochi punti e noi dovremo servire e rispondere bene. Certo, una finale Slam cambia un po’ le prospettive dal punto di vista mentale, ma il fatto che nessuno di noi fosse testa di serie in doppio significa che abbiamo espresso un grande gioco per arrivare fin qui”.
Per entrambe le coppie è la prima finale di Slam e partono quindi alla pari, con tensione e voglia di prevalere in egual misura.
I vincitori si divideranno un compenso di 575 mila dollari; i due azzurri hanno già le idee chiare: “Bene, io ho comprato casa a Barcellona”, sorride Fognini. “E io devo cambiare auto”, gli fa eco Bolelli.
“Ora speriamo di riscrivere la storia portando a casa il titolo” concludono i due nuovi “mostri” italiani.

  •   
  •  
  •  
  •