Australian Open, esordio positivo per Novak Djokovic

Pubblicato il autore: Dario D'Auriente

Superato Aljaz Bedene, proveniente dalle qualificazioni, con il punteggio di 6-3 6-2 6-4

2013 Australian Open - Day 3Nei giorni scorsi aveva dichiarato di stare bene e di essere pronto per Melbourne, dopo il virus influenzale che lo aveva colpito allo stomaco al torneo di Doha. E così è stato per il numero 1 del mondo, Novak Djokovic, all’esordio agli Australian Open. Nella nottata italiana, il suo debutto in Australia è stato più che positivo contro il qualificato sloveno Aljaz Bedene, numero 116 delle classifiche Atp. Un match praticamente senza storia, durato soltanto un’ora e 49 minuti. Il tempo di annullare tutte e tre le palle break concesse all’avversario e di portare a casa l’incontro per 6-3 6-2 6-4. Insomma, una passeggiata per Djokovic, che come al solito ha dominato e condotto la gara soprattutto con il solito gioco aggressivo da fondo campo, con cui si è aperto il campo e ha creato il divario con Bedene a suon di vincenti. Solido il rovescio, come sempre, bene anche il dritto.

Leggi anche:  Rune-Huesler, dove vedere finale Atp Sofia 2022 LIVE oggi: diretta TV, streaming e orario

Qualche errore di troppo forse, volendo trovare la pecca nella prestazione del serbo, nel set iniziale, dove non ha cominciato al meglio, concedendo qualche non forzato di troppo e tenendo a galla Bedene. Ma nel complesso, superati i giochi iniziali, tutto poi è filato liscio, come da pronostico, per il numero 1 del mondo. Per Djokovic, che al secondo turno affronterà uno tra il russo Kuznetsov e l’iberico Ramos-Vinolas (non una prova insuperabile, per intenderci), dunque, soprattutto la consapevolezza di star bene fisicamente e la certezza di poter stare ancora meglio nel proseguo del torneo. Un po’ quello che è capitato e sta capitando anche ad un altro campione, quel Rafael Nadal, con cui si divide (senza dimenticare Federer e Wawrinka, il detentore del titolo) i favori del pronostico.

  •   
  •  
  •  
  •