Australian Open, esordio positivo per Novak Djokovic

Pubblicato il autore: Dario D'Auriente Segui

Superato Aljaz Bedene, proveniente dalle qualificazioni, con il punteggio di 6-3 6-2 6-4

2013 Australian Open - Day 3Nei giorni scorsi aveva dichiarato di stare bene e di essere pronto per Melbourne, dopo il virus influenzale che lo aveva colpito allo stomaco al torneo di Doha. E così è stato per il numero 1 del mondo, Novak Djokovic, all’esordio agli Australian Open. Nella nottata italiana, il suo debutto in Australia è stato più che positivo contro il qualificato sloveno Aljaz Bedene, numero 116 delle classifiche Atp. Un match praticamente senza storia, durato soltanto un’ora e 49 minuti. Il tempo di annullare tutte e tre le palle break concesse all’avversario e di portare a casa l’incontro per 6-3 6-2 6-4. Insomma, una passeggiata per Djokovic, che come al solito ha dominato e condotto la gara soprattutto con il solito gioco aggressivo da fondo campo, con cui si è aperto il campo e ha creato il divario con Bedene a suon di vincenti. Solido il rovescio, come sempre, bene anche il dritto.

Qualche errore di troppo forse, volendo trovare la pecca nella prestazione del serbo, nel set iniziale, dove non ha cominciato al meglio, concedendo qualche non forzato di troppo e tenendo a galla Bedene. Ma nel complesso, superati i giochi iniziali, tutto poi è filato liscio, come da pronostico, per il numero 1 del mondo. Per Djokovic, che al secondo turno affronterà uno tra il russo Kuznetsov e l’iberico Ramos-Vinolas (non una prova insuperabile, per intenderci), dunque, soprattutto la consapevolezza di star bene fisicamente e la certezza di poter stare ancora meglio nel proseguo del torneo. Un po’ quello che è capitato e sta capitando anche ad un altro campione, quel Rafael Nadal, con cui si divide (senza dimenticare Federer e Wawrinka, il detentore del titolo) i favori del pronostico.

  •   
  •  
  •  
  •