Australian Open, Nadal nella parte bassa del tabellone con Federer

Pubblicato il autore: Dario D'Auriente Segui

Sale la febbre da Australian Open. Sono stati sorteggiati stamane i tabelloni sia maschile che femminile dello Slam australiano, in programma a partire dal prossimo 19 gennaio. In campo maschile sono in tanti a proporsi per prendere il posto di Stanislas Wawrinka nell’albo d’oro. Primo fra tutti Novak Djokovic, che anche è anche il favorito numero uno degli addetti ai lavori. Con lui i soliti Federer, il redivivo Murray, e poi lo stesso Wawrinka, Cilic, Nishikori, Dimitrov, Raonic e, ovviamente, Rafael Nadal.

Nadal

Rafa Nadal in campo nell’edizione degli Australian Open lo scorso anno

Il campione spagnolo non è certo in pole per la conquista del titolo, soprattutto a causa dei suoi malanni fisici che nell’ultima stagione gli hanno impedito di dare il meglio di sé in campo e di essere sempre in perfetta forma. A questi Australian Open arriva con pochissime partite sulle gambe e ancora l’idea che non abbia smaltito del tutto i postumi dell’operazione all’appendicite subita in chiusura del 2014. Ad ogni modo Nadal è Nadal e, se prende parte ad un torneo, che sia di medio o alto livello, lui lo fa sempre per vincere.

Il sorteggio degli Australian Open ha inserito Nadal nella parte bassa del tabellone. Per lui subito sfida impegnativa, infatti dovrà incrociare le racchette al primo turno con il russo Youzhny, uno che la pallina sa farla correre, specie col rovescio. Al terzo turno lo spagnolo dovrebbe poi vedersela con Rosol, uno che non sarebbe la prima volta che a Nadal fa uno sgarbo eliminandolo da un torneo. Dovesse il campione di Manacor superare anche il ceco, allora gli ostacoli agli ottavi sarebbero o il talentuoso francese Gasquet o lo slanciato sudafricano Anderson. Nei quarti, con molta probabilità, ad attenderlo ci sarebbe il ceco Berdych, mentre in semifinale ci sarebbe l’attesissima sfida con Federer, anche lui finito nella parte bassa del tabellone.

Insomma, un cammino non proprio tutto rose e fiori per Nadal. Ma, si sa, se si vuole vincere un torneo come uno Slam, come gli Australian Open, i campioni bisogna pure batterli. Allora meglio cominciare dall’inizio. Che la sfida abbia inizio e… vamos Rafa!

  •   
  •  
  •  
  •