Indian Wells: strepitosa Flavia, Pennetta batte Sharapova in tre set. Federer si vendica su Seppi

Pubblicato il autore: Dario D'Auriente Segui

In campo brindisina in lacrime, poi la la rimonta. Ai quarti sfida con la Lisicki

Impresa di Flavia Pennetta nella notte italiana. L’azzurra si è imposta in tre set, 3-6 6-3 6-3 su Maria Sharapova (2) e accede ai quarti di finale del torneo combined di Indian Wells, dove se la vedrà con la tedesca Sabine Lisicki (25), che ha già eliminato due azzurre la scorsa settimana: Roberta Vinci e Sara Errani. Per la Pennetta l’occasione, oltre che di vendicare le connazionali, di raggiungere per il secondo anno consecutivo le semifinali in California (lo scorso anno addirittura vinse il torneo, diventando la prima italiana a vincere un Premier Mandatory).

Contro la siberiana Flavia aveva ottimi ricordi, avendola battuta già due volte nei quattro precedenti, tutti però datati (l’ultimo nel 2011 agli US Open, quando vinse la brindisina, e comunque tutti sempre decisi nel terzo set, a sottolineare l’equilibrio tra le due tenniste), e ieri sera di certo non partiva favorita nello scontro diretto. E invece grande exploit della Pennetta, che, come l’anno scorso, supera ad Indian Wells la tennista numero 2 del mondo (dodici mesi fa fu la cinese Li Na) guadagnandosi i quarti.

Pennetta

Flavia Pennetta in lacrime ad inizio match

Eppure l’incontro non era cominciato nel migliore dei modi, con la pugliese scoppiata letteralmente e inaspettatamente in lacrime già nel corso del terzo game del primo set. Inaspettatamente perché si era praticamente ancora in punteggio di parità e, appunto, solo agli inizi. Anzi, Flavia era brava a recuperare subito, nel quinto gioco, sempre con le lacrime agli occhi, il break appena conquistato dalla Sharapova, ma poi cedeva nuovamente la battuta e finiva per perdere il set per 6-3.

Pausa negli spogliatoi, probabilmente a calmare la tensione accumulata per i tanti punti in ballo e per la necessità di difendere il titolo, e nel rientro in campo tutta un’altra Pennetta si offriva alla rivale e al pubblico californiano. Iniziava un match tutto nuovo, con prime vincenti, palle break annullate, colpi sempre più profondi e l’emorragia di doppi falli arginata. E così quasi scontato arrivava il break della brindisina al sesto gioco, che allungava sul 4 a 2 prima di chiudere la seconda frazione per 6-3 con un ace alla prima occasione utile. Si andava al terzo.

Nel terzo continuava a salire il tennis della Pennetta, mentre Maria subiva sempre di più il contraccolpo di un’avversaria che respingeva al di là della rete tutto (alla fine saranno 11 i suoi doppi falli e 42 gli errori non forzati). I break per l’italiana arrivavano così già al terzo e al quinto gioco. Era l’allungo decisivo, con Flavia che, chiamata a servire per il match, e davanti al suo compagno Fabio Fognini, non tremava e chiudeva l’incontro in 2 ore e 6 minuti di gioco.

Pennetta

Le statistiche dell’incontro

Nella conferenza stampa la confessione della Pennetta sulle sue lacrime: “E’ stata una serata di grandi emozioni per me, campo centrale, contro un’avversaria di grande prestigio, in un torneo che ho vinto. C’erano tante aspettative su di me, e ad un certo punto mi sono fatta sopraffare. Sono dovuta uscire dal campo, far uscire tutto, urlare, e poi gradualmente ho ripreso il controllo di me stessa”. E che controllo, tale da portarla ai quarti contro la bombardiera teutonica Lisicki: “Gioca alla Giorgi: gran pallata, se va dentro bene, altrimenti finisce sul cartello ‘Fly Emirates’. La Lisicki è più potente nel complesso. La partita sarà non troppo diversa da questa con Maria, dovrò cercare di allungare lo scambio ed allontanarla dalla linea di fondo, per fare in modo che sbagli di più”.

Pennetta

Seppi stringe la mano a Federer, che questa volta lo ha battuto

Subito dopo la vittoria di Flavia, in campo a Indian Wells anche l’unico superstite italiano del tabellone maschile, Andrea Seppi (30), opposto al fuoriclasse svizzero Roger Federer (2). Un remake del match degli Australian Open, quando l’altoatesino eliminò sua maestà battendolo per la prima volta dopo dieci sconfitte consecutive. Ma questa volta nulla da fare per Seppi: troppo centrato e concentrato sull’obiettivo Federer per lasciarsi sfuggire la vittoria, arrivata di conseguenza dopo 1 ora e 22 minuti di partita col punteggio di 6-3 6-4. Vendicato dunque lo Slam e ora rincorsa aperta al titolo.

Negli altri match di giornata si registrano le vittorie convincenti di Berdych, Nadal e Raonic e le imprese di Robredo (che ha eliminato Dimitrov) e di Sock (battuto lo spagnolo Bautista Agut) in campo maschile, mentre in campo femminile brillano le stelle di Williams (in rimonta sulla Stephens), Halep, Jankovic e Bacsinszky, senza dimenticare l’eliminazione della Bouchard per mano della qualificata ucraina Tsurenko

Ecco il tabellone femminile e quello maschile di Indian Wells allineati ai quarti e agli ottavi.

Oggi in campo i primi di quarti femminili, quelli della parte alta, con Williams-Bacsinszky e Halep-Suarez Navarro, e poi gli ottavi maschili della parte alta, con in campo Djokovic, Murray e Nishikori tra i favoriti per la vittoria finale. Flavia Pennetta tornerà in campo invece domani. Match maschili in diretta su Sky, quelli femminili su SuperTennis.

  •   
  •  
  •  
  •