Miami, il ruggito di Sara. Errani batte Muguruza e approda agli ottavi

Pubblicato il autore: Dario D'Auriente Segui
Errani

Super Errani a Miami. Dopo la Pavlyuchenkova, battuta anche la Muguruza

Miami si tinge d’azzurro. Dopo il successo di Flavia Pennetta (15) contro la Azarenka, arriva anche la vittoria, in rimonta, di Sara Errani (11) sulla Muguruza (21). La romagnola torna così a vincere un match importante dopo un 2014 e un inizio di 2015 avari di soddisfazioni personali, eccezion fatta per la conquista del titolo a Rio de Janeiro (torneo però di livello International), e si conquista un posto negli ottavi di finale in Florida, dove troverà la vincente tra Ana Ivanovic (5) e Sabine Lisicki (27).

Grande match dunque quello della Errani, che nonostante la miglior testa di serie, non era certamente favorita contro la venezuelana naturalizzata spagnola. Eppure Sara si è aggiudicata l’incontro per 4-6 6-4 6-1 in 2 ore e 3 minuti di partita. Muguruza che esce sconfitta per ko dal campo, perché stremata dalla lotta e dal dinamismo dell’azzurra, finalmente ritornata a buoni livelli e capace di fare la differenza anche sul cemento, oltre che sulla terra, suo naturale terreno di caccia. Eppure, nonostante la grande partenza della bolognese, è stata la spagnola a conquistare il primo set reagendo sempre ai break della Errani e piantando poi il parziale importante tra il nono e decimo gioco, aggiudicandosi la prima frazione per 6-4.

Leggi anche:  Olimpiadi, Fognini-Medvedev: streaming gratis e diretta tv in chiaro? Dove vedere ottavi di finale

In quel momento l’atteggiamento in campo di Sara era di quelli che non danno molta fiducia, con soliloqui a denotare il momento difficile del match. Ma nel secondo set, nonostante una maggiore percentuale di prime al servizio per la Muguruza, la Errani era capace di resistere alla sfuriata iniziale dell’avversaria e di trovare il break decisivo già nel terzo gioco. Poi, cosa davvero inusuale per un suo match, teneva praticamente tutto i turni di servizio senza mai soffrire (salvando l’unica palla break concessa sul 3-2 in suo favore), chiudendo così il secondo set per 6-4.

Si andava al terzo, dove la spagnola appariva però davvero stanca e sulle gambe. A testimonianza di ciò, un gesto inequivocabile proprio alla fine della seconda frazione, con la mano che, ondeggiando davanti al viso in direzione del suo coach, mostrava come fosse in debito d’ossigeno. E una lottatrice come la Errani questa debolezza non la lasciava scorrere via senza sfruttarla. Subito in apertura break e controbreak, poi ancora break di Sara, che nel quarto game del set decisivo teneva finalmente la battuta dopo sedici punti giocati. La Muguruza usciva praticamente dal campo dopo aver fallito le due palle del nuovo contro break a disposizione e finiva per cedere nettamente per 6-1.

Leggi anche:  Olimpiadi, Fognini-Medvedev: streaming gratis e diretta tv in chiaro? Dove vedere ottavi di finale

Altra gioia Italia, dunque. Martedì, agli ottavi, avremo due tenniste in campo a Miami per cercare di conquistarsi la finale. Alè Sara, alè Flavia.

  •   
  •  
  •  
  •