Miami, ko Nadal e Wawrinka. Si salva Berdych. Tra le donne bene Lisicki e Bencic, fuori la Ivanovic

Pubblicato il autore: Dario D'Auriente Segui
Miami

Resta stregata Miami per Nadal. Lo spagnolo perde il derby con Verdasco al terzo turno

Non finiscono le sorprese a Miami. Dopo l’eliminazione all’esordio del torneo Premier femminile di Maria Sharapova (2) e Eugenie Bouchard (6), arrivano altre uscite eccellenti sui campi in cemento di Key Biscane. Ma questa volta riguardano il Master 1000 maschile. Vanno infatti fuori Rafael Nadal (2) e Stanislav Wawrinka (7), mentre si salva Berdych (8). Lo spagnolo, testa di serie numero 2 in Florida per l’assenza di Roger Federer, non era al meglio della condizione causa un infortunio in allenamento proprio nei giorni precedenti l’inizio del torneo di Miami. Ma dopo aver superato il secondo turno, sembrava avesse superato anche i suoi problemi fisici. Ed invece ieri, nel derby contro Verdasco (29), l’iberico ha dimostrato ancora i suoi limiti di condizione e di testa, soprattutto sul cemento, e ha finito per perdere l’incontro per 6-4 2-6 6-3. Insieme al mancino di Manacor, che esce ulteriormente ridimensionato da questa sconfitta, saluta la Florida anche un altro dei possibili vincitori, Wawrinka, che però non ha iniziato bene l’anno. L’elvetico se la doveva vedere col temibile francese Mannarino (28), che con due tie break vincenti è riuscito a battere il comunque ostico avversario. Si apre così il tabellone maschile, dove ormai restano come favoriti i soli Novak Djokovic e Andy Murray. Lo scozzese ha aperto il programma ieri sul centrale, superando agevolmente (6-3 6-4) il colombiano Giraldo. Negli spazi vuoti lasciati da Nadal e Wawrinka cercheranno di infilarsi i vari Monfils (che ha battuto il connazionale Tsonga in due set), lo stesso Berdych (che elimina quattro match point a Tomic e lo beffa poi al terzo) e il giovane austriaco Thiem (6-4 6-3 a Sock, il giustiziere di Fognini), senza dimenticare Raonic, Dimitrov, Nishikori e Simon, che a questo punto diventano tutti potenziali finalisti.

Miami

Serena Williams distrugge la 16enne connazionale Bellis 6-1 6-1

In campo femminile si respira aria azzurra agli ottavi. Flavia Pennetta e Sara Errani hanno infatti vinto i rispettivi match di sedicesimi di finale contro Viktoria Azarenka e Garbine Muguruze. Entrambe partivano con lo sfavore del pronostico, ma hanno dimostrato di essere in grande forma. Ottima prova di Flavia, che dopo i quarti raggiunti a Indian Wells, spera ora di bissare anche a Miami l’ottimo risultato sul cemento americano. In grande crescita la Errani, che nel match di ieri contro la bombardiere spagnola ha dimostrato di essere migliorata col servizio e soprattutto di aver ritrovato gamba e grinta dei giorni migliori. Peccato solo per l’eliminazione della Giorgi, che comunque non ha demeritato contro la Halep (3), che diventa così la principale antagonista alla vittoria di Serena Williams. La numero 1 al mondo ieri si è sbarazzata in meno di 50 minuti della 16enne connazionale Bellis, uscita veramente affranta dal confronto con la più titolata americana, che non ha avuto pietà di lei. 6-1 6-1 lo score finale. La Bellis deve ancora crescere. Chi sta crescendo sicuramente bene è la svizzera Bencic, che sfruttando anche un tabellone piuttosto semplice approda agli ottavi avendo la meglio sulla qualificata tedesca Maria (6-4 7-5). Bene anche Kuznetsova (in tre set sulla Kerber), Stephens (6-4 6-4) e Lisicki, che ha estromesso dal torneo la serba Ana Ivanovic (5), comunque in un momento di forma non eccelso.

Errani

La Errani sfida la Lisicki per un posto nei quarti

Il programma di oggi di Miami prevede tutti gli ottavi in campo femminile. Sul centrale ci saranno perciò, a partire dalle ore 17 italiane, Venus Williams (16) – Caroline Wozniacki (4), a seguire Serena Williams (1) – Kuznetsova (24). Non prima delle 03.00 italiane poi la Pennetta (15), che se la vedrà con la Halep (3). Sul Grandstand invece, non prima delle 21.00, la Makarova (8) sfida la Petkovic (9). Mentre Sara Errani sarà ancora sul campo 1, opposta alla tedesca Lisicki (27), prima della sfida tra Stephens e Bencic, ma dopo Radwanska (7) – Suarez Navarro (12) e Pliskova (14) – Gavrilova (wc).

In campo maschile invece vanno di scena i sedicesimi della parte alta. Apriranno le danze sul centrale, come terzo incontro, Chardy (31) e Raonic (5), a seguire Novak Djokovic (1) e Darcis (qualificato belga, finora grande sorpresa del torneo di Miami) e Dimitrov (9) – Isner (22). Sul Grandstand primo match di giornata tra Nishikori (4) e Troicki (32), a seguire Bellucci – Dolgopolov, Rosol (26) – Ferrer (6) e Simon (12) – Falla (qualificato colombiano). Sul campo 1, infine, unico match al maschile, in programma come secondo di giornata, quello tra Goffin e Janowicz.

La diretta tv come sempre del torneo Premier (femminile) su SuperTennis, a partire dalle ore 17, mentre sulla piattaforma Sky andrà in scena il Master 1000 (maschile), sempre a partire dalle ore 17.00 italiane.

  •   
  •  
  •  
  •