Wta Marrakech: fuori ai quarti Pennetta e Knapp. A Praga avanza la Pliskova

Pubblicato il autore: Dario D'Auriente Segui

Pomeriggio assolato, ma non per il tennis italiano, a Marrakech. Nel torneo Wta International marocchino, infatti, vanno fuori ai quarti una dopo l’altra Flavia Pennetta e Karin Knapp, le ultime due superstiti della spedizione azzurra.

Marrakech

Pennetta in difficoltà nel match perso contro l’ungherese Babos

La Pennetta è stata sconfitta, a sorpresa, dall’ungherese Timea Babos, n. 86 Wta, in 2 ore e 11 minuti di partita per 6-2 5-7 7-5. La brindisina sin dall’inizio è apparsa spenta e non al meglio sulla terra rossa africana, tanto che, dopo l’iniziale 2 a 2, ha subito la potenza e il gioco aggressivo della più giovane e meno quotata avversaria, che l’ha messa alle corde fino ad aggiudicarsi quattro giochi consecutivi a suon di diritti e rovesci imprendibili, conquistando la frazione per 6-2. Come nel match di ieri contro la Siegemund, però, nel secondo set arrivava la reazione della n. 26 al mondo, a Marrakech testa di serie n. 3, che si portava subito avanti 5 a 1 e servizio. Ma ancora una volta l’ungherese era brava a non mollare e, in una serie di giochi incredibilmente combattuti, breakkava due volte la Pennetta al servizio per il set, impattando sul 5 pari. Ma la Babos finiva poi per cedere il suo turno di servizio sul 6-5 per la pugliese, che così, alla seconda palla set, portava a casa il parziale per 7-5. Si andava al terzo, con l’azzurra favorita e con l’atteso calo dell’ungherese, che però, come una sentenza, non arrivava. Anzi, se possibile, la 21enne dell’est Europa innalzava ulteriormente il suo tennis, fatto di risposte aggressive alle tante seconde della Pennetta e soprattutto incrementando il numero di vincenti con il rovescio. A quel punto anche Flavia innalzava il suo livello di gioco e la partita diventava, oltre che equilibrata, davvero molto bella e tirata. Nel settimo gioco, che sembrava quello decisivo, sul 3 pari, l’azzurra salvava complessivamente cinque palle break, portandosi avanti 4-3. Ma nel game successivo di servizio, alla quarta palla utile, questa volta arrivava il break della Babos, che così andava a servire per il match sul 5-4. Ma la reazione della Pennetta era immediata e subito arrivava il controbreak. Brindisina però stanca e soprattutto poco precisa con il servizio. Finiva così per offrire il fianco alle bordate dell’ungherese, che la breakkava di nuovo con tre vincenti. E nel game successivo questa volta il suo braccio non tremava, e portava a casa l’incontro tenendo a 0 il servizio. Per la Pennetta sfumava così la possibile semifinale, da favorita, contro la francese Mladenovic, che in precedenza aveva superato senza tanti problemi la spagnola Arruabarrena per 6-4 6-1.

Amarezza anche per l’esito del match di Karin Knapp. L’altoatesina, che ieri aveva battuto Roberta Vinci nel derby italiano, cedeva infatti 6-0 3-6 6-3 in 2 ore precise di gioco all’ucraina Elina Svitolina, quarta testa di serie del seeding. Amarezza perché, dopo un primo set regalato all’avversaria, senza praticamente portare a casa nemmeno un game, avendo opportunità solo nel terzo gioco, Karin si rimetteva in pari nel secondo parziale, dove, complice anche un calo della 21enne n. 25 Wta, riusciva ad imporsi per 6-3 (dopo essere stata in vantaggio 5-1). Al terzo e decisivo set c’erano quattro break consecutivi, con le due tenniste che arrivavano in parità sino al 3 pari. Da quel momento in poi la Svitolina metteva a referto tre game consecutivi e alla seconda palla match a disposizione, chiudeva l’incontro. La tennista ucraina domani se la vedrà in semifinale contro la vincente del match tra la Bacsinszky (2) e Anna Schmiedlova (7), adesso in campo.

PRAGA – Nel torneo Wta International di Praga avanza in semifinale Karolina Pliskova. La giovane tennista ceca, infatti, ha battuto la connazionale Allertova per 6-2 5-7 6-1 in un derby che ha esaltato il pubblico di casa. La Pliskova, testa di serie n. 1 a Praga, in semifinale se la vedrà contro l’unica tennista non ceca rimasta in tabellone, la belga Yanina Wickmayer, che si è imposta sulla qualificata Kovinic al terzo set per 2-6 6-3 6-3. Nell’altra semifinale si sfideranno invece Katerina Siniakova e Lucie Hradecka, che nei loro match di quarti hanno vinto i derby rispettivamente contro la Strycova (3) e la Koukalova (wc). Domani, a partire dalle ore 11, le semifinali.

  •   
  •  
  •  
  •