Challenger Roma Garden: Starace e Cecchinato in semifinale

Pubblicato il autore: Dario D'Auriente Segui

La stagione dei challenger italiani su terra rossa continua a sorridere agli azzurri. Al Roma Garden vanno in semifinali Potito Starace e Marco Cecchinato, e lo fanno entrambi dopo aver sfoggiato un’ottima condizione fisica ed un buon livello di tennis.

Cecchinato

Cecchinato esulta: anche al challenger Roma Garden è in semifinale. Top 100 più vicina

Partiamo da Cecchinato (n. 5 del seeding e accreditato di una wild card). Il siciliano, che anche lo scorso anno aveva raggiunto al Roma Garden le semifinali, è riuscito ad imporsi sul rumeno Adrian Ungur per 6-3 6-4 in poco più di 1 ora di gioco. Per il nostro tennista si tratta dell’ottavo successo consecutivo nel circuito, dopo l’affermazione di settimana scorsa a Torino. Risultati che gli stanno consentendo di avvicinarsi finalmente alla top 100, obiettivo di inizio stagione di Cecchinato, che proprio tra Torino e Roma ha dimostrato come stia crescendo il suo livello di gioco. Servizio più incisivo, diritto rapido e preciso ed un rovescio più solido lo stanno infatti trasformando in una macchina da challenger su terra rossa (è alla quarta semifinale consecutiva), a cui manca davvero poco per poter fare il definitivo salto di qualità e passare ai tornei Atp. In semifinale Cecchinato sfiderà oggi, secondo incontro dopo la finale di doppio delle 14.00, il ceco Adam Pavlasek, che a sorpresa ha eliminato dal torneo Dustin Brown, testa di serie n. 2 del torneo, con un netto 6-3 6-2.

Continua il torneo d’applausi per Potito Starace. Il campano, risorto dalle ceneri dopo il triste caso di scommesse che lo aveva tenuto lontano dai campi da gioco per qualche mese, approda in semifinale al challenger Roma Garden dopo aver superato con un doppio 6-4, in 1 ora e 17 minuti di gioco, la testa di serie n. 4 del torneo, ovvero il giovane inglese Edmund, che è apparso ancora un po’ leggerino contro i colpi di Starace, tornato a ottimi livelli grazie al suo servizio solido e alla solita genialità del suo tennis. L’azzurro in semifinale, terzo incontro in programma, se la vedrà con il numero 1 del seeding, un altro inglese terribile, Aljaz Bedne, n. 89 Atp, che ha deliziato gli spettatori nel match vinto contro il giapponese Taro Daniel (6) per 6-2 6-4.

  •   
  •  
  •  
  •