Challenger Torino: trionfa Cecchinato

Pubblicato il autore: Dario D'Auriente Segui

In finale il siciliano supera 6-2 6-3 il belga Coppejans

cecchinato

Cecchinato trionfa a Torino. Da domani sarà n. 124 al mondo, suo best ranking

E’ Marco Cecchinato il trionfatore del challenger di Torino. L’azzurro, testa di serie n. 8 del torneo, si è aggiudicato il torneo battendo in finale il belga Kimmer Coppejans col punteggio di 6-2 6-3 in 1 ora e 12 minuti di gioco. Affermazione netta, nitida, senza cali di tensione da parte del siciliano, che con questo successo si aggiudica il secondo titolo challenger in carriera (dopo San Marino 2013) e domani farà best ranking alla posizione 124 delle classifiche Atp.

Match praticamente senza storia, nonostante il favorito fosse il 21enne belga, n. 123 Atp, che però nulla ha potuto contro lo stato di grazia di Cecchinato, che per tutta la settimana ha dimostrato di giocare un gran tennis, aggressivo e centrato, senza particolari difficoltà. Pronti via e l’azzurro era già in vantaggio 3-0, col break alla seconda palla utile nel secondo game, il primo di servizio per Coppejans. Poi nessuna difficoltà al servizio e primo set in cascina con un altro break nel game finale, alla quinta palla set a disposizione del siciliano. Nel secondo set il belga provava a salire di livello, opponendo un gioco più preciso e profondo, ma ancora una volta veniva breakkato nel secondo gioco. Cecchinato poi era bravo a salvare due palle break nel game successivo ed issarsi addirittura sul punteggio di 4-0 e servizio, prima di cedere all’avversario il primo turno di servizio. Si arrivava così al 5-3 e battuta a disposizione del 22enne di Palermo, che alla quarta palla match chiudeva l’incontro.

Nel dopo gara, la felicità di Cecchinato: “Sono contento del titolo e del fatto di averlo raggiunto dopo due semifinali nell’ultimo mese” ricordando i risultati raggiunti a Napoli e Vercelli “punti importanti, ma non penso alla classifica” anche se, secondo molti, l’obiettivo è entrare nella top 100, ormai distante pochi punti. Poi un commento sulla finale: “Un punteggio che non fotografa pienamente i valori in campo. Kimmer è un avversario ostico e lo dimostrano i due titoli da lui vinti in stagione a livello challenger“. E nel futuro? “Ora andrò a Roma per il challenger al Garden e poi spero di entrare nelle qualificazioni degli Internazionali BNL d’Italia“.

Applausi per il livello del tennis giocato da Cecchinato arrivano anche dallo stesso Coppejans: “Marco ha messo in un mostra un gran tennis, dal primo all’ultimo quindici“.

  •   
  •  
  •  
  •