Roland Garros 2015: bene la Giorgi, Pennetta che fatica!

Pubblicato il autore: Salvatore Balistreri Segui

roland garros 2015

ROLAND GARROS 2015Inizia nel migliore dei modi il cammino del tennis italiano nel secondo Slam della stagione, in corso sui campi parigini in terra rossa del Roland Garros 2015. Erano, infatti, due le tenniste impegnate in questo primo giorno del torneo, ed entrambe sono riuscite a qualificarsi al secondo turno. Si tratta di Camila Giorgi e Flavia Pennetta.

GIORGI-MARIA – La prima azzurra a calcare il terreno francese quest’oggi è stata Camila Giorgi, numero 37 del mondo, opposta alla non irresistibile tedesca Tatjana Maria (75). Più che l’avversaria, la Giorgi avrebbe potuto temere la mancanza di precedenti tra le due, ma la tennista maceratese ha messo in mostra il suo solito tennis potente e aggressivo, fatto di colpi profondi e difficilmente affrontabili per le avversarie, anche se, come al solito, non sono mancati i parecchi errori non forzati che spesso le sono costati incontri ampiamente a sua portata. Camila parte subito bene portandosi avanti prima 4-2 e poi 5-3. Ed è qui che la Giorgi accusa un piccolo calo, commettendo parecchi errori non forzati e permettendo all’impalpabile tedesca di issarsi sino al 5-5. La teutonica avrebbe addirittura la possibilità di andare a servire per il set, ma l’italiana è brava ad annullarla con un dritto molto importante, per poi portarsi lei avanti e chiudere a zero sul servizio Maria al dodicesimo gioco. Nel secondo parziale inizia nuovamente forte la nostra rappresentante, che si porta sul 2-0 prima di ‘regalare’ un controbreak all’avversaria. E’ l’ultimo sussurro della numero 75, che non riesce più a star dietro all’aggressività della Giorgi (autrice di ben 8 doppi falli e 0 aces), la quale può chiudere dopo un’ora e mezza per 6-3. Per Camila, adesso, si prospetta una dura battaglia contro Garbine Muguruza, numero 21 del seeding, contro la quale la Giorgi può vantare due successi, uno sulla terra di Madrid nel 2013 e uno sul cemento di New Heaven lo scorso anno.

PENNETTA-LINETTE – Ben più complicato l’esordio di Flavia Pennetta, che ha dovuto ricorrere al terzo set per sbrigare la pratica Linette. La brindisina, testa di serie numero 28 del torneo, parte alla grande conquistando ben due break consecutivi e issandosi subito sul 3-0. La polacca, però, cerca di rientrare in partita recuperando uno dei due break persi, ma la Pennetta resiste, si porta sul 5-3 e sfrutta alla grande la prima palla set disponibile sul servizio dell’avversaria. L’inizio del secondo set è appannaggio della giovane tennista nativa di Poznan, che va prima sul 2-0 e poi sul 3-1. Qui Flavia caparbiamente torna in corsa e si aggiudica quattro giochi di fila che sembrano poterle dare il successo in due set, ma la Linette non ci sta. Recupera il break sul 5-4 e servizio Pennetta, pareggia i conti, si porta avanti 6-5 e, dopo un game infinito, toglie ancora una volta il servizio all’italiana chiudendo 7-5. Nel terzo gioco, però, la polacca accusa lo sforzo e, dopo aver tenuto la battuta all’inizio, non riesce più a tenere i ritmi della Pennetta, che chiude 6-1 in poco più di due ore di gioco. L’azzurra al secondo turno troverà la slovacca Magdalena Rybarikova, numero 58 del mondo e in assoluta parità nei due precedenti, giocati entrambi sul cemento nel 2009 (a Hobart vinse la Rybarikova, mentre a New Heaven prevalse la Pennetta).

LA GIORGI IN CONFERENZA – “Nel secondo set tutto è stato più semplice perché sono riuscita ad avere più continuità rispetto al primo – ha ammesso la giovane azzurra – Non posso negare di aver fatto molti doppi falli, ma la colpa è del mio tennis, che si basa tutto sull’aggressività – ha continuato – però il mio tennis è questo e non si può modificare, mentre al di fuori del campo non sono così, sono molto più riflessiva e penso sempre almeno due volte prima di fare una cosa.”

LA PENNETTA IN CONFERENZA – “Nel secondo set volevo spingere ma ho avuto un blocco e non ci sono riuscita. E’ come se mi fosse venuto il braccino – ammette Flavia – Ci volevo provare e l’idea era anche giusta, ma la paura ha preso il sopravvento. Per fortuna, però, nel terzo set le cose sono andate bene – poi qualche parola sull’avversaria – Fino a ieri non sapevo chi fosse e non credo di averla mai vista giocare. In campo mi sono accorta di avere margine di gioco e che il mio tennis fosse superiore a quello della mia avversaria, anche se devo ammettere che in alcuni momenti lei ha preso il sopravvento.”

RISULTATI DI OGGI – Giorgi b. Maria 7-5 6-4; Pennetta (28) b. Linette 6-3 5-7 6-1

GLI ITALIANI IN CAMPO DOMANI – L’avventura del Roland Garros 2015 domani inizia per altri cinque tennisti italiani. In campo maschile esordiranno Fabio Fognini, contro il giapponese Ito, nel primo match del campo n.2, Simone Vanni, contro Bernard Tomic, nel secondo match del campo n.7, e Simone Bolelli, contro Steve Darcis, nell’ultimo incontro del campo n.16. Tra le donne, invece, tocca a Sara Errani, contro Alison Riske, subito dopo Vanni, e a Roberta Vinci, impegnata sul Philippe Chatrier contro la beniamina di casa Alizé Cornet.

  •   
  •  
  •  
  •