ATP Amburgo. Nadal all’esordio da super favorito. Tre italiani in campo domani

Pubblicato il autore: Valerio Nisi Segui

florian-mayer

ATP AMBURGO – Al via l’ATP Amburgo, ultimo torneo su terra rossa della stagione. Si sono concluse le partite di qualificazione e si è giocato anche qualche match del primo turno nel torneo che fino al 2008 ha fatto parte del circuito Masters Series, relegato poi nel 2009 ad ATP 500. Il suo posto è stato preso dal Master di Madrid. Resta comunque un crocevia importante per la stagione di tanti tennisti, mai come quest’anno in cerca di riscatto. Primo su tutti, Rafael Nadal. Il maiorchino figura come primo del seed, oltre ad essere wild card, e non può perdere l’occasione di far valere il suo gioco sulla superficie che più si adatta al suo mancino. Nadal che, tra l’altro, ha vinto proprio l’ultima edizione dell’ATP Amburgo nel 2008, ultimo anno per il torneo da Master Series. “Gioco ad Amburgo perché ho perso più partite nel 2015 che negli ultimi 10 anni” ha detto il maiorchino in conferenza di presentazione. “Devo accettare questa nuova situazione e affrontarla con lo spirito giusto e continuare a lavorare per tornare a un buon livello”. Resta senza ombra di dubbio il favorito per la vittoria finale dell’ATP Amburgo, anche se quest’anno ha vinto un solo torneo su terra rossa a Buenos Aires. Il cammino per lo spagnolo non inizierà certo nel migliore dei modi. Domani sul centrale dell’ATP Amburgo Nadal se la vedrà con Fernando Verdasco, in un derby tutto spagnolo fra due grandi amici.

L’Italia all’ATP Amburgo è rappresentata da Andreas Seppi, numero 4 del torneo, da Fabio Fognini, ottavo del seed, e da Simone Bolelli. I tre azzurri sfideranno domani rispettivamente Martin Klizan, Jeremy Chardy e Lukas Rosol. Bolelli e Seppi, se ci andasse di fantasticare, sono dalla parte del tabellone di Rafael Nadal. I due italiani potrebbero incontrarsi tra di loro nei quarti di finale e ovviamente uno dei due con Nadal in semifinale. Questi ragionamenti lasciano il tempo che trovano, soprattutto alla luce delle ultime delusioni azzurre. Fabio Fognini occupa invece la parte bassa del tabellone. Tommy Robredo, numero due del torneo, Bautista-Agut, Philipp Kohlschreiber, Juan Monaco e Ernests Gulbis, gli ostacoli giganti da superare per arrivare in finale. Ma andiamo con cautela.

Nel frattempo nella giornata di oggi si sono giocate quattro gare del primo turno dell’ATP Amburgo. Il polacco Jerzy Janowicz si è liberato in due set del giapponese Taro Daniel. Nei sedicesimi il polacco troverà il vincente dello scontro tutto sudamericano tra l’argentino Diego Schwartzman e l’uruguaiano Pablo Cuevas. La wild card e idolo di casa Florian Mayer ha sconfitto in rimonta per 2 set a 1 lo spagnolo Albert Monanes. Il tedesco troverà nel turno successivo dell’ATP Amburgo il vincente tra Seppi e Klizan. E’ Albert Ramos-Vinolas ad aggiudicarsi il derby spagnolo con Nicolas Almagro. Il 27enne di Barcellona ha sconfitto il connazionale due set a zero, per 6-4 7-6. Ramos troverà nei sedicesimi uno tra Fognini e Chardy. L’ultima gara giocata nel pomeriggio ha visto il francese Lucas Pouille avere la meglio sullo spagnolo Inigo Cervantes per 2 set a 0. Il francese troverà nel prossimo turno il vincente tra Juan Monaco e Ernests Gulbis.

Le altre gare dell’ATP Amburgo in programma domani sono: Coric-Bautista Agut, Paire-Kohlschreiber, Zverev-Robredo, Bedene-Gimeno Traver, Munar-Garcia Lopez, Vesely-Haider Maurer. Per avere il tabellone completo del torneo con i risultati delle partite già giocate clicca qui.

  •   
  •  
  •  
  •