ATP Newport. Karlovic ai quarti aspetta Querrey o Brown. C’è anche Sock

Pubblicato il autore: Valerio Nisi Segui

jack sock

ATP NEWPORT – Inizia a delinearsi il quadro di chi può veramente dire la sua nell’ATP Newport. Nella notte si sono giocati gli ottavi di finale che hanno regalato poche sorprese. Unica notizia curiosa è che Adrien Mannarino ha praticamente giocato quasi due gare nel giro di 24 ore. Il francese doveva finire il match contro Tommy Haas, sospeso per oscurità il giorno prima degli ottavi di finale. E non solo si è aggiudicato il terzo set contro il tedesco, ha poi affrontato e sconfitto il connazionale Edouard Roger-Vasselin negli ottavi di finale dell’ATP Newport, lanciandosi così nei quarti dove se la vedrà con il padrone di casa Rajeev Ram, mattatore di Isner a primo turno e vincente contro Yuichi Sugita negli ottavi di finale.

Continua l’avventura americana anche per l’australiano John Patrick-Smith e per il giapponese Tatsuma Ito, che nella notte hanno sconfitto rispettivamente e sempre per 2 set a 0 Jared Donaldson e Steve Johnson, entrambi statunitensi. Le speranze del popolo USA, oltre che nel già citato Ram, sono anche nella racchetta di Jack Sock, che ha avuto la meglio di Lukas Lacko in tre set. Per l’americano nei quarti di finale dell’ATP Newport ci sarà da affrontare il ceco Jan Henrych, a sua volta vincente e sempre in tre set contro il colombiano Alejandro Falla. L’Ultimo quarto di finale di Newport non è ancora completo, o almeno per metà. Sappiamo di sicuro che ci sarà Ivo Karlovic, uno dei favoriti se non il favorito per la vittoria finale, che ha vinto in due set contro il tunisino Malek Jaziri. Karlovic dovrà affrontare il vincente tra Dustin Brown e Sam Querrey. La partita è stata sospesa sull’1-1 e 4 game a 3 per il tedesco per oscurità. Comunque andranno le cose questo ultimo quarto di finale dell’ATP Newport 250 sarà senza dubbio il più affascinante. Se sarà Karlovic-Querrey allora gli spettatori farebbero bene a procurarsi degli scudi per difendersi dai “missili” che lanciano quei due (i raccattapalle di Wimbledon sono ancora pieni di lividi). Ma dovesse essere il turno di Brown, l’atletismo e l’esplosività del tedesco che gioca a tutto campo potrebbero mettere in difficoltà Karlovic, un po’ lento a causa dei suoi 211 cm di altezza. Comunque ne vedremeo delle belle. Per i risultati e il tabellone dell’ATP Newport clicca qui.

  •   
  •  
  •  
  •