Atp Umag: Fognini c’è. Si qualificano Fabbiano e Trevisan. A Bastaad Arnaboldi e Vanni

Pubblicato il autore: Dario D'Auriente Segui

FogniniSoffre, diverte, corre, vince. Al torneo Atp 250 di Umago Fabio Fognini batte 6-4 6-4 il ceco Jiri Vasely e ottiene il pass per gli ottavi di finale. Sulla terra rossa della località marina croata da sempre il ligure si trova a suo agio, e l’esordio quest’anno è di quelli promettenti in quanto in molti, dopo aver visto il sorteggio del tabellone, avevano indicato la sfida con il 22enne n. 44 Atp come una finale anticipata. Dunque ottima vittoria per Fognini, che da qui deve ripartire per una seconda parte di stagione all’altezza delle sue potenzialità, come non è stato invece nella prima metà del 2015. Ma torniamo al match. Partenza stranamente rapida per l’azzurro, subito avanti di un break nel game di apertura dell’incontro. Ma immediato anche il contro break del ceco, che impattava subito sull’1 pari. La svolta del primo parziale nel settimo gioco, quando Fognini allungava sfruttando la seconda palla break concessa da Vesely, che commetteva un assurdo doppio fallo.  E, dopo aver salvato un break point nel game successivo al servizio, Fabio poi chiudeva il set per 6-4 al servizio,sfruttando un errore in lunghezza del diritto mancino del ceco.

Nel secondo set saliva la pressione e tra i due tennisti qualche screzio, un po’ per alcuni errori arbitrali, un po’ per la ricerca estrema di smorzate da parte di Besely. Fognini però bravo a mettere subito avanti la testa con un altro break all’inizio. Break che confermava allungando sul 2-1, e poi, sul 4-1, dopo che nel terzo gioco già non aveva sfruttato una tre palle consecutive per il doppio break di vantaggio. Sul 4-1, però, pronta la reazione di Vesely, che riusciva a rientrare fino al 4-3, e poi al 5-4, quando però, con il ligure al servizio, non riusciva a procurarsi nessuna palla game nonostante i tre vantaggi nel gioco. E al quarto match point Fabio chiudeva l’incontro con un errore in risposta del n. 44 Atp. Al secondo turno per Fognini il vincente tra Rosol e Dzumhur.

Atp Umago Turno decisivo Qualificazioni – Si guadagnano l’accesso al main draw Matteo Trevisan e Thomas Fabbiano. Il fiorentino, classe 1989 e un best ranking da 267 del mondo nell’ottobre del 2010, per la prima volta giocherà un match di un tabellone principale di un torneo Atp. Questog razie al successo in tre set, 7-6 1-6 6-1 ai danni del favorito n. 1 del seeding delle quali Facundo Bagnis. Vittoria contro un argentino anche per Fabbiano. Il pugliese ha eliminato Maximo Gonzales (2) con lo score di 6-3 6-4. Niente da fare invece per Roberto Marcora, non al meglio della condizione, che cede in due set a Laslo Djere.

Tabellone Atp Umago – Diventano così 5 gli italiani che prendono parte al torneo Atp 250 di Umago. Fabio Fognini, dopo la vittoria su Vesely, è già agli ottavi, così come Seppi, che sfruttando la testa di serie n. 3 e il bye, comincerà il suo torneo dal secondo turno. Domani in campo invece Paolo Lorenzi, in un derby inedito con Matteo Trevisan. Per Fabbiano sfida complicata con il forte austriaco Haider-Maurer.

ATP 250 Baastad – Si qualifica al main draw del torneo Atp 250 di Baastad, in Svezia, Andrea Arnaboldi. L’azzurro, nel terzo e decisivo turno delle qualificazioni, ha battuto in due set il bielorusso Dubarenco e ora, all’esordio nel tabellone principale, troverà il polacco Janowicz (8), in un incontro non chiuso ma in cui parte sfavorito. In Svezia in campo anche Luca Vanni, che insegue un risultato positivo dopo un periodo buio connotato da troppe sconfitte. Ci proverà in un match complicato contro Ramos-Vinolas, lo spagnolo fresco vincitore del challenger di San Benedetto del Tronto.

  •   
  •  
  •  
  •