Wimbledon, chapeau Gasquet! Nole, Roger e Andy in semifinale

Pubblicato il autore: Valerio Nisi Segui

gasquet2

WIMBLEDON – Tutto come previsto. O quasi. I quarti di finale maschili di Wimbledon sono stati scontati per 3/4. Unica sorpresa, non per il gioco mostrato ma per questione di ranking, è stata la vittoria per 3 set a 2 del francese Richard Gasquet su Stan Wawrinka, numero 4 del torneo. Gasquet sembra essere tornato indietro nel tempo di circa una decina d’anni, quando prima di una miriade di problemi fisici e personali, il francese di Béziers prometteva bene, e molto. La partita contro Stan Wawrinka è stata eccezionale. Pochi errori, alcuni dei quali stavano però per costargli la semifinale, tanta qualità e tanta, tanta corsa. Wawrinka lo ha fatto correre da una parte all’altra del campo e lui c’è sempre stato. Wimbledon ha rivisto anche tuffi sul prato che fanno venire in mente il miglior Tim Henman. Non serve forte il francese. Non è mai stata la sua qualità. Ma mira agli angoli, le linee del campo numero 1 del Club di Church Road sbuffano tante volte, troppe per i gusti di Wawrinka. E poi, quel rovescio ad una mano va che è una meraviglia. Stan resiste come può, ma cede al quinto set per 11-9.

NOLE IN SCIOLTEZZA – Quasi nulla da dire sul match tra Novak Djokovic e Marin Cilic. Il numero uno al mondo tripla un 6-4 al croato in una partita che non ha offerto molti spunti. Tutto regolare per Nole, che resta quindi la bestia nera, diciamo nerissima di Cilic. Questa è stata la 13esima sconfitta consecutiva negli scontri contro Djokovic. In semifinale il serbo troverà proprio Gasquet. Precedenti sbilanciati a favore di Nole per 11-1, ma se Gasquet gioca come contro Wawrinka sarà dura.

FEDERER vs MURRAY – La seconda semifinale, per molti una finale anticipata, vedrà Roger Federer in campo contro il padrone di casa Andy Murray. Lo svizzero ha sconfitto in tre set Gilles Simon. La notizia è che Roger ha perso il primo turno di servizio contro il francese, ma comunque ha avuto sempre in pugno la gara. Venerdì Federer giocherà la sua decima semifinale di Wimbledon. Una volta arrivato al penultimo atto nello Slam londinese, non ha mai perso. Il bilancio con Andy Murray però è molto equilibrato. Nei 23 scontri precedenti Federer conduce per 12 a 11. Così come Federer anche Murray non ha fatto fatica a liberarsi del suo avversario, la sorpresa di questo Wimbledon, Vasek Pospisil. Murray ha digerito il canadese in tre bocconi, 6-4 7-5 6-4. Siamo nella fase caldissima di Wimbledon. Venerdì ne vedremo delle belle. Stay tuned.

 

  •   
  •  
  •  
  •