Wimbledon, Djokovic e Anderson danno spettacolo, ma il buio sospende il match

Pubblicato il autore: Valerio Nisi Segui

djokovic3

WIMBLEDON – Fine primo tempo. Il match tra Novak Djokovic e Kevin Anderson è stato sospeso sul 2-2 per oscurità. La gara verrà ripresa domani, giornata dedicata ai quarti di finale femminili, per giocare l’ultimo set che ci auguriamo emozionante come i primi quattro. Si perché la notizia non sta solo nel fatto che Djokovic ha perso i primi due set di questo Wimbledon, ma anche nel fatto che senza ombra di dubbio il match tra il serbo e il sudafricano è stato al momento il più bello e intenso giocato a Church Road. Mai visto un Anderson così, mai visto un Djokovic in così tanta difficoltà. Il sudafricano incanta gli spettatori di Wimbledon con un servizio potente e angolato. Quando non mette la prima, la seconda di servizio è comunque devastante. E Nole va in difficoltà contro il 14esimo del ranking ATP e decimo del torneo. Ha passato i primi due set a correre da un angolo all’altro del campo, facendo da spettatore in diversi games. Tanto che il numero uno del mondo è andato sotto 2-0. Poi la svolta. Nole si ricorda di essere Nole e porta a casa il terzo set per 6-1, 6-4 il quarto. Poi un boato. Il dissenso di tutto Wimbledon quando il giudice di sedia, Carlos Bernardes, annuncia che il match viene sospeso. Sapremo solo domani chi accederà ai quarti dello Slam. Anderson, tra l’altro, non è mai arrivato ai quarti di finale di uno slam. A vedere i primi due set di oggi, non ci si crede. A chi farà bene questa pausa? L’idea è che Anderson possa recuperare le forze perse nel corso della partita e ritornare il supereroe dei primi due set, a cui mancava giusto la calzamaglia e una grossa A sul petto. Ma Nole psicologicamente è forte della rimonta. Deve rimanere concentrato fino a domani, e non sarà facile.

ALLENAMENTO PER FEDERERRoger Federer invece non ha avuto i problemi del numero uno del mondo. Lo svizzero infatti ha amichevolmente scambiato due passaggi con lo spagnolo Roberto Bautista Agut, 3-0 senza appello che porta in Roger ai quarti di finale di Wimbledon, dove incontrerà Gilles Simon, mattatore inaspettato di Tomas Berdych.

INCONTENIBILE MURRAYAndy Murray accede ai quarti dopo aver sconfitto nel pomeriggio Ivo Karlovic per 3-1. Nonostante il servizio del croato alla velocità della luce, Murray erige un muro. Una forma smagliante per lo scozzese, che si prende anche il lusso di lobbare più volte Karlovic, che basso non è, visti i suoi 211 cm di altezza. Bene anche Richard Gasquet, anche lui 3-1 su Kyrgios. Stan Wawrinka non delude le attese e batte per 3-0 il belga Goffin. Gasquet e Wawrinka saranno i protagonisti di uno dei quarti dello Slam. Continua anche l’avventura di Cilic, che ha battuto 3-1 Kudla. La curiosità è che il croato non perde contro uno statunitense dal 2008. Gli USA portano bene a Cilic. Il primo match odierno è stato giocato da Pospisil e Troicki, con il canadese che vince in 5 set e accede per la prima volta in carriera ai quarti di Wimbledon, dove incontrerà Andy Murray. Partita lunghissima, con Pospisil che si trova a rimontare due set di svantaggio e poi vincere al quinto. Adesso dobbiamo solo attendere il secondo tempo tra Djokovic e Anderson. Poi sarà tempo dei quarti di finale.

  •   
  •  
  •  
  •