Wimbledon: kvitova e Kerber show. Tonfo Halep e Bouchard. Avanti la Giorgi

Pubblicato il autore: Mauro Simoncelli Segui

Day Two: The Championships - Wimbledon 2015

Si è conclusa anche la seconda giornata sui campi in erba più famosi del mondo e con controlli e misure antiterrorismo sempre più ferrei intorno alla struttura di Church Road, sono arrivati in campo femminili risultati a volte anche sorprendenti. Ha fatto il suo esordio la campionessa in carica, la ceca Petra Kvitova. La testa di serie numero 2 del seeding, ha impiegato 38 minuti per sbarazzarsi dell’olandese Bertens con un eloquente 6-1 6-0. Un vero e proprio show quello della campionessa in carica come quello della tedesca Angelique Kerber sulla connazionale Carina Witthoeft. 6-0 6-0 nel match che aveva aperto il programma femminile della giornata. Due clamorose sorprese però sono arrivate oggi in campo femminile. La clamorosa eliminazione della finalista e di una delle semifinaliste della scorsa stagione. Eugenie Bouchard, che solo 12 mesi fa contese il titolo alla Kvitova, esce dal torneo al primo turno sconfitta dalla cinese Ying-Ying Duan per 7-6 6-4. Contro un’avversaria numero 117 del mondo che mai aveva battuto una top 50, la canadese apparsa davvero sotto tono e oramai uscita anche dalle prime 20, ha salvato 4 set-points nel primo set prima di perderlo al tie-break e nel secondo non riuscire mai ad essere incisiva come le riusciva la scorsa stagione. Segno di una crisi più mentale che fisica. Troppi successi raggiunti forse troppo velocemente senza essere in grado di saperli gestire mentalmente. Non sarà facile per la bella canadese risalire la china. Stessa sorte è toccata alla Halep, numero 3 del seeding, che perse in semifinale a Wimbledon proprio dalla Bouchard la scorsa stagione,  eliminata dalla slovacca Cepalova numero 106 del mondo per 5-7 6-4 6-3. Davvero tanti i 34 errori gratuiti della rumena che si era contraddistinta proprio per l’assoluta regolarità del suo gioco. Debutti vincenti per la Wozniacki, 7-5 6-0 alla cinese Zheng, della Safarova, testa di serie numero 6, vincitrice in 3 set in rimonta contro l’americana Riske, della Radwanska contro la ceca Hradecka 6-3 6-2 e della Jankovic, numero 28 del tabellone, che nel match forse più vibrante della giornata ha avuto la meglio per 10-8 solo al terzo set della russa Vesnina.

giorgi04

E le italiane? Detto della sfortunata Karin Knapp, costretta a ritirarsi per un problema alla caviglia, mentre era sotto per 7-6 3-0 contro la slovacca Rybarikova con un set-point sciupato, dobbiamo registrare l’importante vittoria di Camila Giorgi contro la brasiliana Teliana Pereira, numero 77 della classifica Wta, per 7-6 6-3 in un ora e 48 minuti. Come dimostra il tempo di gioco è stata una vittoria tutt’altro che agevole quella della tennista marchigiana, apparsa lenta e distratta all’inizio dove è scivolata anche 1-4 prima di cominciare a giocare il tennis di cui è capace, annullare anche due set-points per vincere 7-4 al tie-break. Più semplice la seconda frazione andata via con sempre la Giorgi avanti e capace di vincere al primo match point. Ora l’azzurra, numero 31 del tabellone, incontrerà al secondo turno la spagnola Arruabarrena che oggi ha superato la francese Parmentier 6-4 6-2. Tra le notizie odierne c’è da registrare la misteriosa defezione delle sorelle Williams dal torneo di doppio, nessuna comunicazione ufficiale è stata diramata per giustificare il forfait. Domani torna in campo Sara Errani opposta alla serba Aleksandra Krunic.

  •   
  •  
  •  
  •