Quali Us Open: Vanni al secondo turno. Subito fuori Donati, Naso e Brianti

Pubblicato il autore: Dario D'Auriente Segui

Quali Us OpenQUALI US OPEN – Solo Luca Vanni è riuscito a superare il primo turno delle quali Us Open 2015. Il toscano, 30 anni, quest’anno è già stato capace di entrare nei primi 100 al mondo e, dopo alcuni mesi di appannamento, è tornato in buona condizione proprio nell’ultimo mese, vincendo il suo primo torneo a livello challenger a Portorose e conquistandosi una testa di serie per il tabellone di qualificazione a Flushing Meadows. Nella nottata italiana l’azzurro ha battuto il primo ostacolo, il 17enne Taylor Harry Fritz, n 678 Atp (ma n. 1 juniores e quest’anno capace di arrivare in finale al Roland Garros u18 e in semi a Wimbledon), con il punteggio di 6-3 6-3. Molto solido al servizio Luca, che non ha piazzato tantissimi ace (3), ma diverse prime vincenti, portando a casa l’incontro con 54 punti vinti a 35. Al secondo turno sale l’asticella e il prossimo avversario si chiama Maximo Gonzales, classe 1983 e n. 164 Atp. Gonzales ha vinto al primo turno contro l’americano Jenkins in due set.

Eliminati tutti gli altri azzurri impegnati nel primo giorno alla quali Us Open. Matteo Donati ha combattuto per due set alla pari con Paul Henri Mathieu, classe 1982 e n. 80 Atp. Il francese è testa di serie n. 1 del tabellone cadetto, sorteggio dunque sfortunato per l’alessandrino, che però ha ben giocato e ha anche avuto delle chance per portare l’incontro al terzo set. Infatti nel secondo parziale, dopo aver salvato ben quattro match point, sul 6-5 ma servizio del transalpino, ha avuto una palla set che però non è riuscito a sfruttare. Nel tie break decisiva poi la maggiore esperienza di Mathieu, che si è aggiudicato il match per 6-3 7-6.

Niente da fare per Gianluca Naso, sconfitto al primo turno dall’esperto svizzero Chiudinelli per 6-3 6-4. L’elvetico, sceso alla posizione n. 311 Atp, non era avversario insormontabile, ma quest’anno il siciliano non ha praticamente mai messo piede sul cemento outdoor e giocare il primo match su questa superficie agli Us Open evidentemente è costato molto. L’azzurro non è mai stato capace di mettere la faccia avanti durante l’incontro ed ha avuto una sola palla break in tutto il match (nel quarto gioco del primo set, sotto già di un break), per altro non sfruttata.

Eliminata anche Alberta Brianti. La milanese, alla veneranda età di 35 anni, è ancora in giro per il mondo a tentare le qualificazioni per gli Slam, ma il sorteggio a New York City non le è stato benevolo. Infatti l’avversaria era Alexandra Panova (26), che noi italiani conosciamo bene per aver giocato il primo match in Fed Cup nella finale Italia-Russia del 2013. Doppio 6-3 in favore della sovietica, con Alberta che, perso il primo set, ha fatto match alla pari nel secondo, non sfruttando però tre palle break che le avrebbero permesso di mantenere l’equilibrio nel parziale.

PROGRAMMA QUALI US OPEN 26 AGOSTO – Oggi a Flushing Meadows in campo gli altri quattro azzurri impegnati nel primo turno quali Us Open. Si tratta di Andrea Arnaboldi, che se la vedrà alle ore 17 locali (23 italiane) sul campo 9 contro il belga Mertens. I precedenti sono 2 a 1 in favore del canturino. Sullo stesso campo, quarto match in programma, Matteo Viola sfida Ivan Dodig (29), in un incontro che si preannuncia proibitivo per l’italiano. Sul campo 12, terzo match, Thomas Fabbiano prova la scalata al main draw contro l’argentino Facundo Arguello (32), non proprio abile sul cemento americano. Sul campo 14, sempre terzo incontro di giornata, l’unica italiana superstite, Nastassja Burnett, dovrà cercare di battere la belga Mertens per passare il turno.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: