Us Open tabellone femminile: tutte a caccia di Serena Williams

Pubblicato il autore: Dario D'Auriente Segui

In caso di vittoria, Serena sarebbe la quarta donna nella storia del tennis a completare il Grande Slam. Buon sorteggio per le italiane

Serena Williams Us OpenUS OPEN TABELLONE FEMMINILE SERENA WILLIAMS – Appuntamento con la storia per Serena Williams agli Us Open 2015. Dopo aver vinto Australian Open, Roland Garros e Wimbledon, la campionessa americana è infatti ad un passo (lungo sette finali) dal Grande Slam, titolo riconosciuto a chi, nell’arco di un anno solare, il 2015 in questo caso, è capace di vincere tutti e quattro i major della stagione. A Serena manca solo lo Slam di casa, quello a New York, in cui, tra l’altro, è campionessa in carica, ma non sarà facile, perché tutte le altre 127 tenniste del tabellone cercheranno di negarle l’impresa, finora riuscita soltanto a Maureen Connolly (1953), Margaret Smith Court (1970) e Steffi Graf (1988). 27 anni dopo la tedesca, quindi, un’altra giocatrice può finalmente tornare a raggiungere questo ambitissimo traguardo, di cui sono capaci soltanto, davvero, i più forti. E Serena al momento è la più forte. Per lei esordio con la russa Diatchenko, 25enne russa n. 86 delle classifiche Wta. Poi eventualmente la Lucic-Baroni, Sloane Stephens ai sedicesimi, per affrontare poi una tra Keys e Radwanska. Ai quarti la Bencic, che di recente l’ha battuta a Toronto, o la sorella Venus. In semifinale l’incrocio più che probabile con la Sharapova, o eventualmente, Ana Ivanovic. Anche se, si sa, fare pronostici nel tennis, soprattutto quello femminile, è sempre un azzardo. In finale poi la supersfida con l’attuale n. 2 del mondo, Simona Halep.

US OPEN TABELLONE FEMMINILE TUTTE LE ALTRE – Per Simona Halep esordio con la neozelandese Erakovic, sempre temibile sul cemento outdoor. Sempre nella parte bassa, per la Azarenka, nello spot dei quarti della Halep, apertura con la ceca Hradecka. Kerber-Dulgheru apre Flushing Meadows per la tedesca, una che a New York ha sempre fatto risultato. Interessante sfida all’esordio per la Safarova, che becca subito la Tsurenko, una delle tenniste più in forma in questa parte di stagione. Per la Wozniacki, finalista 2014, esordio con Jamie Loeb. Sorteggio fortunato per la Kvitova, che al primo turno ha pescato una qualificata. Nella parte alta Ivanovic-Cibulkova potrebbe portare la prima sorpresa, così come il derby russo a metà Sharapova-Gavrilova. Sfortunata Masha, che becca subito la connazionale, naturalizzata australiana, in uno scontro che si preannuncia molto complicato. Per la Bencic esordio con la bulgara Karatantcheva, già capace di scalpi eccellenti quest’anno.

Ecco i probabili accoppiamenti dei sedicesimi di finale Us Open femminili, seguendo le teste di serie:

S. Williams (1) – Stephens (29)

Keys (19) – A. Radwanska (15)

Bencic (12) – V. Williams (23)

Pavlyuchenkova (31) – K. Pliskova (8)

Sharapova (3) – Kuznetsova (30)

Svitolina (17) – Makarova (13)

Suarez Navarro (10) – Jankovic (21)

Bouchard (25) – Ivanovic (7)

——————————————–

Kvitova (5) – A. Schmiedlova (32)

Petkovic (18) – Muguruza (9)

Errani (16) – Stosur (22)

Pennetta (26) – Wozniacki (4)

Safarova (6) – Begu (28)

Azarenka (20) – Kerber (11)

Bacsinszky (14) – Lisicki (24)

Cornet (27) – Halep (2)

Inutile dire che la parte bassa del tabellone, così come per il tabellone maschile Us Open, sembra più competitiva. Halep, Kerber, Azarenka, Safarova, Wozniacki, Muguruza, Kvitova, ma le stesse Errani e Pennetta, già semifinaliste a Flushing Meadows, sono tutte in questa parte del main draw. Serena, nella parte alta, non ha però un cammino facilissimo, anche se solo la Bencic, ed eventualmente Sharapova in semifinale, sembrano in grado di impensierirla.

US OPEN TABELLONE FEMMINILE LE ITALIANE – Sorteggio buono per le azzurre a New York. Partiamo da Flavia Pennetta, n. 2 d’Italia, che difende la semifinale raggiunta lo scorso anno. La brindisina aprirà con l’australiana Gajdosova, n. 75 Wta. Al terzo turno Wozniacki, temibile ma non la peggiore delle prime 4 teste di serie. Sara Errani, ancora n. 1 italiana, esordirà con una qualificata, per poi avere ai sedicesimi Samanta Stosur, una chegli Us Open li ha vinti, ma 4 anni fa, e che è in fase calante. Roberta Vinci trova la wild card locale Viania King, per poi al secondo turno scontrarsi presumibilmente con Carla Suarez Navarro, reduce da un periodo senza vittorie in stagione. Francesca Schiavone se la vedrà con Yanin Wickmayer e poi, eventualmente, con Vika Azarenka. Possibile derby ai sedicesimi con Karin Knapp, finita nello stesso spot, che dopo la Tomljanovic avrà però l’ostacolo Kerber al secondo turno. Ma con la forma che si ritrova l’altoatesina in questo momento, tutto è possibile. Infine Camila Giorgi aprirà il suo Us Open contro la svedese Larsson, una che di recente ha vinto il primo titolo Wta in carriera e che non è avversaria da prendere con le molle. Spettacolare sarebbe un eventuale secondo turno con Sabine Lisicki, un’altra che spara tutte le palle a mille.

  •   
  •  
  •  
  •