WTA Baku: esplode il talento Gasparyan, sono suoi singolare e doppio!

Pubblicato il autore: Salvatore Balistreri Segui

wta baku

WTA BAKU – Esplode il talento di Margarita Gasparyan. La 21enne tennista russa, infatti, domina tutto il torneo che si è disputato sui campi in cemento di Baku, in Azerbaijian, aggiudicandosi sia la finale del singolare (battuta 2-1 la Tig), la prima della sua carriera, sia quella del doppio in compagnia della connazionale Panova (sconfitto il duo Diatchenko-Savchuk).

GRANDE PROMESSA GIA’ ESPLOSA – A inizio anno la Gasparyan si trovava oltre la 200esima posizione e con il curriculum ricco di partecipazioni ai tornei ITF. In sette mesi per lei è arrivata la svolta, grazie a un talento cristallino che aspettava solo il momento giusto per esplodere. Ad inizio torneo nessuno avrebbe scommesso un euro sulla sua vittoria in quanto la giocatrice era ancora alla ricerca della prima vittoria sul circuito professionistico. Ma la Gasparyan non solo ha trovato il suo primo successo sorprendendo un’avversaria tutt’altro che semplice come la Cibulkova, ma è riuscita addirittura a spingersi sino in fondo al torneo, eliminando in semifinale la nostra Karin Knapp e conquistando anche la finale delle ‘Cenerentole’ contro la romena Tig, già affrontata in un incontro ITF disputato lo scorso gennaio e conquistato sempre dalla russa con i parziali di 6-2 7-5. Ma anche in una finale come il WTA Baku, la Gasparyan non si è fatta prendere dall’emozione sfoderando i suoi colpi migliori come l’antico rovescio monomane o gli improvvisi cambi di direzione, che disorientano l’altra esordiente in una finale Tig (cui non sono bastate le classiche cannonate scaricate da fondo campo che caratterizzano il suo tennis) permettondole di portarsi a casa il torneo che lo scorso anno fu di Elina Svitolina.

Venendo al match, l’equilibrio dei servizi del primo set si interrompe nel sesto gioco, quando è proprio la Gasparyan che conquista il primo break dell’incontro. La Tig non ci sta e ottiene subito il controbreak, riportando in equilibrio il match. Ma la Gasparyan ottiene l’allungo finale nell’ottavo gioco, dove strappa nuovamente il servizio all’avversaria per poi chiudere 6-3 il parziale. Il secondo set comincia come il primo, ossia nel segno dell’equilibrio sino al settimo gioco, quando è ancora la numero 112 del mondo (arriverà alla 71 la prossima settimana) a conquistare il break e a portarsi a un passo dal successo. Ma qualcosa nella Gasparyan si spegne e la Tig rinviene, conquistando ben tre break consecutivi che le permettono di riportare il match in parità. Tutto si deciderà nel terzo set. Adesso, però, la Gasparyan appare rigenerata e tornata a esibire quel tennis che le ha permesso di arrivare fino in fondo al Wta Baku e caratterizzato da colpi entusiasmanti che hanno totalmente annientato le resistenze della Tig, sovrastata con un pesante 6-0 e capace di opporre resistenza soltanto nel primo e nell’ultimo game.

Ma non soltanto la finale singolare, la Gasparyan si aggiudica anche la finale di doppio insieme alla compagna e connazionale Alexandra Panova. Le due russe hanno avuto la meglio della coppia formata dalla russa Diatchenko e dall’ucraina Savchuk con i parziali di 6-3 7-5.

  •   
  •  
  •  
  •