Wta New Haven: Giorgi subito fuori. Oggi tocca a Errani, Pennetta e Vinci

Pubblicato il autore: Dario D'Auriente Segui

Wta New HavenWTA NEW HAVEN – Una notizia buona e una cattiva dal primo giorno del torneo Wta Premier di New Haven, antipasto degli Us Open, quarta e ultima prova slam stagionale. Camila Giorgi, impegnata nel match di primo turno, è stata sconfitta dalla ceca Barbora Strycova con il punteggio di 6-2 7-5 in 1 ora e 33 minuti di gioco. Da segnalare che la marchigiana è stata avanti in entrambi set. Nel primo 2-0, prima di subire per sei giochi consecutivi dalla tennista di Plzen, brava a rientrare in partita ma sopratuttto a prolungare lo scambio e favorire gli errori dell’azzurra. Nel secondo parziale Camila, sotto per 3-1, era addirittura risalita sul 5-3 prima di subire un altro momento positivo della ceca e perdere per 7-5. Le solite amnesie nel gioco della Giorgi, che però non è apparsa in gran forma e questo non fa ben sperare in vista degli Us Open. Chi invece è in netta ripresa e, dopo il cambio della racchetta, sta finalmente tornando a fare risultati è Roberta Vinci. La tarantina accede al main draw di New Haven passando per le qualificazioni. Nel turno decisivo delle quali ha battuto la svedese Larsson per 7-6 6-3. Decisivo, ai fini dell’incontro, soprattutto il primo set, dove Roberta ha recuperato un iniziale svantaggio di 4-2, prima di allungare il set al tie break, vinto poi ins cioltezza. Da quel momento in poi la pugliese ha fatto valere la sua maggiore esperienza e l’ottimo momento, chiudendo con lucidità l’incontro.

RISULTATI WTA NEW HAVEN 23 AGOSTO – Cibulkova – Pironkova 7-6 6-7 6-3; Begu – Diyas 7-5 5-7 6-2; Strycova – Giorgi 6-2 7-5.

PROGRAMMA WTA NEW HAVEN 24 AGOSTO – Oggi tocca alle altre azzurre impegnate nel tabellone principale. Sara Errani e Roberta Vinci se la vedranno rispettivamente con la Mladenovic e la Bouchard. Impegnate in contemporanea, alle ore 18.00 locali, sono per entrambe due match impegnativi. Sara è 1 a 1 nei precedenti, ma la francese è in un buon momento e ha già dimostrato di poter mettere in difficoltà la romagnola sul cemento. Roberta non ha mai giocato contro la canadese, che sta attraversando un pessimo 2015 e che cerca l’acuto proprio per rilanciarsi. Il tennis c’è, le mancano i risultati. La speranza è che non si riprenda proprio contro l’azzurra. Infine Flavia Pennetta, terzo incontro dalle ore 18, se la vedrà con la qualificata slovacca Rybarikova (nei precedenti Flavia è avanti 2 a 1), per preparare al meglio quelli che potrebbero essere gli ultimi Us Open della sua splendida carriera.

  •   
  •  
  •  
  •