Matteo Renzi: “Se fosse stato calcio, nessuna polemica”

Pubblicato il autore: Stefano Blois Segui

matteo renziIl Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha rilasciato un’intervista alla trasmissione “Tiki Taka” in cui ha parlato della Finale femminile tutta italiana in scena allo US Open tra Flavia Pennetta e Roberta Vinci, a cui il premier ha assistito in diretta a Flushing Meadows con un volo di stato.

Tante sono state le polemiche, a cui Matteo Renzi ha risposto così: “C’è gente talmente arrabbiata con il mondo che cerca sempre, ed a tutti i costi, di fare polemica politica. In certi momenti il Paese dovrebbe sottolineare il valore dell’impresa sportiva, e basta. A volte penso che se si fosse trattato della finale di calcio, non ci sarebbero state polemiche: siccome è tennis femminile, ed aggiungo femminile perchè ci sono ancora retro-pensieri su questo, la gente mormora. Non ci credeva nessuno, a due italiane in finale ad un torneo dello Slam così importante, neanch’io: solo Pennetta e Vinci ci credevano, penso sia giusto tributare a queste due ragazze i loro immensi meriti. Lasciamo al loro rancore chi fa polemica, ora ci sono cose su cui un Presidente del Consiglio deve lavorare ed è pagato per questo, ma ci sono dei momenti in cui l’intero Stato dovrebbe fare festa con queste ragazze: a New York non c’era Matteo Renzi, ma tutto il governo italiano ad abbracciarle”.

Il premier Renzi ribadisce l’importanza dello sport, e delle emozioni che esso riesce a procurare ad un intero Paese: “L’Italia sta mettendo a posto i propri conti, in questo senso stiamo facendo dei passi avanti notevoli: i posti di lavoro ed il turismo sono in crescita. Ma un Paese non è fatto solo di statistiche e dati economici: ci sono anche le emozioni, e lo sport come la musica, la cultura ed il teatro è luogo di emozioni per eccellenza, come quelle che Flavia e Roberta hanno regalato al mondo intero. Queste due ragazze del sud hanno scritto una pagina stupenda, ed è stato bellissimo quando l’intero stadio ha tributato un lungo applauso a loro ed al tennis femminile italiano. Anche Fabio Aru, vincendo la Vuelta nel ciclismo, ha fatto qualcosa di straordinario: l’ho incontrato, come mi era successo con Nibali, e quando li incontri vedi dei ragazzi che ci rendono orgogliosi di essere italiani”.

Matteo Renzi si sofferma anche sul calcio, ed in particolare sulla Fiorentina di cui è noto tifoso: “Sono contento per questa buona partenza della Fiorentina, con giovani talentuosi come Babacar e Bernardeschi: peccato per il passo falso della seconda giornata contro il Torino, ma direi che la società dei Della Valle a cui ribadisco i miei complimenti è partita con il piede giusto. Ne approfitto per rivolgere un grande in bocca al lupo a Juventus e Roma in vista della Champions League, e delle difficili sfide che si preparano ad affrontare: i bianconeri non hanno iniziato benissimo la stagione, ma conoscendo Allegri so che darà alla squadra la carica giusta, pur se ripetere il cammino europeo dello scorso anno sarà ovviamente molto difficile. Tornando al campionato, da tifoso viola mi auguro che sia un’annata dalle grandi sorprese…”

  •   
  •  
  •  
  •