Us Open donne: Azarenka vince il match spettacolo con Kerber (video). Ok Halep

Pubblicato il autore: Dario D'Auriente Segui

Anche Flavia Pennetta raggiunge gli ottavi di finale a Flushing Meadows. Sara Errani, non al meglio, si arrende invece a Samantha Stosur al terzo set

Us Open donneUS OPEN DONNE – Con i match di sabato 05 settembre si sono chiusi gli incontri di terzo turno a New York e ora sia il tabellone maschile che il tabellone femminile sono allineati agli ottavi di finale. Ieri grande partita tra Azarenka e Kerber.

US OPEN AZARENKA KERBER – La bielorussa, tornata ormai a pieno regime dopo l’infortunio dello scorso anno, aveva fin qui faticato a trovare continuità nei risultati, spesso alternando importanti vittorie a imbarazzanti sconfitte, tanto da non essere risalita oltre la 21esima posizione nel ranking Wta. Invece l’incredibile vittoria nel match spettacolo con Angelique Kerber ha riconsegnato al tennis femminile una protagonista del circuito e una tennista capace di aspirare alla vittoria di questi Us Open 2015.

Il livello di gioco mostrato in campo contro la tedesca è stato mostruoso. Quasi tre ore di pure godimento, con attacchi da fondo, più di 50 discese a rete e pochi, pochissimi errori non forzati a fronte degli oltre 80 vincenti tirati da entrambe le giocatrici. Anche la Kerber, da parer suo, ha lottato su ogni singolo 15, tirando fuori dal cilindro colpi che hanno entusiasmato la folla e che, ad un certo punto, l’hanno fatta scappare anche un sorriso quando, verso la fine, ha salvato i primi 5 match point della Azarenka con altrettante prodezze, sia di diritto che di rovescio, che in recupero.

Alla fine ad imporsi è stata Vika, che ha dimostrato maggiore solidità al servizio, punto debole della tedesca, portando così a casa i 240 punti degli ottavi di finale ma soprattutto la consapevolezza di essere finalmente tornata, dopo aver vinto l’incontro più bello e tirato dell’anno. Peccato (o per fortuna) che siamo solo al terzo turno.

US OPEN DONNE HALEP E KVITOVA – Tutto liscio per Petra Kvitova e Simona Halep, che hanno rispettivamente aperto il programma pomeridiano e serale sull’Arthur Ashe. La ceca si è sbarazzata con disarmante facilità della slovacca Schmiedlova, n. 32 del seeding ma dotata di buoni colpi. 6-2 6-1 invece lo score a favore della n. 5 a Flushing Meadows, che ha così dimostrato di aver messo alle spalle, almeno per il momento, la mononucleosi. Agevole vittoria anche per Simona Halep, che ha passeggiato sulla qualificata statunitense Shelby Rogers. 6-2 6-3 per la vera rivale di Serena Williams verso il trionfo del Grande Slam. Successi importanti, ma sudati, anche per Lepchenko (per la prima volta agli ottavi agli Us Open) e Lisicki (7-5 al terzo con la Strycova), mentre la sorpresa di giornata arriva dalla Konta. L’inglese, proveniente dal tabellone di qualificazione, ha estromesso dal torneo Andrea Petkovic (18) col punteggio di 7-6 6-3. A dire il vero la tedesca aveva rischiato sempre qualcosina anche nei turni precedenti, ma brava la Konta a sfruttare l’occasione.

US OPEN DONNE PENNETTA ERRANI – Italia col dolce-amaro per i risultati di ieri. Si è partiti male con la sconfitta di Sara Errani contro Samantha Stosur. Si sapeva che sarebbe stato un match difficile, a Flushing Meadows nel 2011 l’australiana vinse addirittura il titolo, il suo unico slam in carriera, a dimostrazione di come la Stosur ami questi campi. Ma anche Sara a New York vantava una semi e i quarti, quindi ci sa giocare. E quanto visto in campo ha confermato le attese della vigilia, di un match lottato ma che la romagnola avrebbe potuto portare a casa. Purtroppo, invece, persa la battaglia nel primo set 7-5, l’azzurra è sembrata pian piano spegnersi fisicamente, ma la vittoria agevole del secondo set (6-2) faceva ben sperare. Invece nel terzo parziale Sara ha giocato di serve & volley, che col suo servizio è tutto dire. E ha finito per arrendersi nettamente 6-1. Peccato, perché una vittoria l’avrebbe riportata agli ottavi agli Us Open e avrebbe garantito all’Italia una presenza sicura ai quarti, dato che ora la Stosur se la vedrà con Flavia Pennetta. La brindisina, anche in questo 2015, si conferma alla seconda settimana a New York. E’ una città che ama, i campi le si addicono e la superficie di gioco è la sua preferita. Il mix perfetto affinché siano sette anni che Flavia è competitiva alla grande a Flushing Meadows (una semifinale, quattro quarti di finale, e gli ottavi quest’anno, oltre al terzo turno nel 2010). Vittima di turno la sorprendente ceca Petra Cetkovska, che dopo aver battuto a sorpresa Caroline Wozniacki al secondo turno, e aver infilato un set perfetto con la Pennetta (6-1 il primo set, con 11 vincenti di diritto e soltanto 3 non forzati), si è spenta. Un po’ per un black out personale, un po’ perché la brindisina è cresciuta di rendimento sia al servizio, che in risposta, trovando maggiore profondità e mettendo in difficoltà il movimento di diritto un po’ lento della ceca. Esito finale: 6-1 6-4 per Flavia nel secondo e terzo set e altri ottavi di finale raggiunti agli Us Open. Ora sotto con la Stosur e i precedenti fanno ben sperare: Flavia è avanti 6-0!!!

TUTTI I RISULTATI US OPEN DONNE 05 SETTEMBRE – Kvitova (5) – Schmiedlova (32) 6-2 6-1; Azarenka (20) – Kerber (11) 7-5 2-6 6-4; Halep (2) – Rogers (q) – 6-2 6-3; Konta (q) – Petkovic (18) 7-6 6-3; Lepchenko – Barthel 1-6 6-3 6-4; Stosur (22) – Errani (16) 7-5 2-6 6-1; Lisicki (24) – Strycova 6-4 4-6 7-5; Pennetta (26) – Cetkovska (pr) 1-6 6-1 6-4.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: